Le 7 Migliori Serre da Giardino

La migliore serra da giardino è una grande risorsa per qualsiasi giardiniere. Oltre a consentirti di ottenere il massimo rendimento dalle tue coltivazioni, ti dà la possibilità di avere a portata di mano frutta e verdura tutto l’anno, proteggendole in condizioni climatiche avverse. Insomma, un vero paradiso se hai il pollice verde.

Un piccolo suggerimento

Se stai cercando una serra, il primo passo è semplice. Inizia a porti questa domanda: cosa vuoi coltivare? Ogni serra ti offre vantaggi diversi, quindi pensa se vuoi portare in tavola tutto l’anno la lattuga o i pomodori, o se vuoi dedicarti alla coltivazione di piante tropicali.

Oppure vuoi semplicemente un piccolo riparo per i tuoi gerani in inverno? E che ne diresti di trasferire il tuo ufficio di casa tra le piante verdi?

Il tuo budget

L’investimento è strettamente legato alla tipologia di serra che vuoi acquistare. Se è solo una questione di avere un piccolo riparo per l’inverno, un mini serra fa al caso tuo: si parte da circa 20 euro.

Se invece vuoi allestire una piccola coltivazione di ortaggi, magari per raccogliere i pomodori anche nei mesi più freddi, metti a budget almeno 40 euro. E se vuoi invece strutturarti in modo professionale con un tunnel di buona qualità, considera una spesa dai 100 euro in su.

La nostra scelta

1. Vounot Serra tunnel da giardino Green Maid Garden

scelta perché è ultra resistente

serra tunnel giardino

Questa serra è progettata con una struttura in acciaio zincato ed è fornita di 2 bar anti-tempesta che le consente di resistere alle avversità atmosferiche. È alta due metri e offre una superficie pratica dio 12 metri quadrati.

Ha un telone in polietilene ad alta densità elaborato 140 g / mq con anti-UV per proteggere le coltivazioni. Le sue otto finestre consentono di tenere sotto controllo le piante in qualsiasi momento e di favorire una corretta ventilazione.

2. D4P Display4top Serra da Giardino

scelta perché consente una gestione razionale dello spazio

serra con ripiani

I suoi 14 ripiani (sei su ogni lato e due in fondo) consentono di gestire la collocazione delle piante in modo razione, in base alle specifiche esigenze. È ideata con una struttura solida composta da una serie di tubi in acciaio verniciati a polvere. Il telaio è trattato con verniciatura spray, a prova di ruggine.

La copertura protettiva esterna in pvc si mantiene ancorata alla struttura. Si monta senza attrezzi in poco tempo. La porta avvolgibile con cerniera facilita l’accesso e ottimizza la ventilazione.

3. Outsunny Serra da Giardino e Orto

scelta perché l’apertura del tetto è regolabile

serra trasparente

La serra è progettata con pannelli in policarbonato trasparente da 4 mm resistenti ai raggi UV, che consentono la massima trasmissione della luce solare. L’apertura del tetto può essere regolata su diverse angolazioni per fornire un’adeguata ventilazione.

Ha un telaio leggero in alluminio, stabile e resistente. Le grondaie aiutano a raccogliere l’acqua piovana. La base zincata offre un supporto stabile per l’intera struttura.

4. Sekey Serra da giardino

scelta perché è ideale per gli ortaggi

serra pomodori

Con la sua altezza di 170 cm, la serra è ideale per la coltivazione di pomodori, peperoni, insalata, peperoncini, melanzane, meloni e molto altro ancora. Stabile, robusta e sicura, ha una doppia cucitura in taffeta di poliestere, che ne garantisce la robustezza.

I tubi di metallo zincato hanno un diametro di 16 mm e uno spessore di parete di 0,32 mm. Le barre di metallo sul retro e sui lati rinforzano il telaio e aggiungono stabilità. Le due aste metalliche extra nella parte superiore impediscono l’accumulo di acqua.

5. Blumfeldt Mini serra orto

scelta perché si può usare per il compostaggio

serra balcone terrazzo

Consente di coltivare la verdura di uso quotidiano sul terrazzo, il balcone o in giardino. Pomodori, fragole, zucchine e piante aromatiche possono essere coltivati con grande facilità, grazie alle condizioni di crescita ottimali. Si compone di una sovrastruttura con telaio in alluminio e pannelli a camera cava.

La base è realizzata in lamiera d’acciaio zincata. Grazie ai suoi 540 litri di volume è possibile realizzare numerosi strati di humus, in modo da poterla utilizzare direttamente per il compostaggio: è sufficiente mettere rifiuti organici tra gli strati di terra.

6. TecTake Serra da Giardino

scelta perché simula il clima mediterraneo

serra tunnel giardino

Al suo interno questa serra simula un clima mediterraneo per consentire la coltivazione di molteplici tipi di verdure, erbe, frutta e fiori. Protegge le piante dal freddo, dalla pioggia.

I robusti telai di metallo verniciati a polvere insieme al film retinato in PE e resistente al gelo rendono l’ampia serra un ambiente perfetto per la coltivazione nei mesi più freddi. La serra è dotata di una porta e di otto finestre, per consentire un’adeguata ventilazione.

7. Verdelook Serra rettangolare

scelta perché occupa poco spazio

serra con ripiani

Le sue dimensioni compatte la rendono ideale per il posizionamento in spazi ridotti. Il ripiano inferiore può contenere piante fino ad un’altezza di 30 cm, mentre il ripiano superiore, nel punto centrale, fino a 53 cm.

La portanza massima per ciascun ripiano è di 15 kg. Viene fornita con telo in pvc trasparente dotato di nastri interni, per un saldo fissaggio alla struttura. La porta frontale apribile tramite cerniere si può arrotolare e fermare con gli appositi nastri di fissaggio.

Tipi di serre da giardino

Esaminiamo i vantaggi e gli svantaggi di alcuni dei tipi di serre più diffuse.

Serre autoportanti

Realizzate  con una struttura quadrata o rettangolare con tetto a punta, sono disponibili in una grande varietà di dimensioni e lasciano entrare la luce da tutti e quattro i lati.

Vantaggi

  • Può essere posizionata ovunque nel tuo giardino
  • Riceve luce da tutti e quattro i lati
  • È disponibile in molteplici dimensioni
  • Può essere abbastanza spaziosa per lavorare all’interno

Svantaggi

  • Può perdere calore molto più facilmente poiché sono esposti tutti e quattro i lati

Serre inclinate addossate alla parete

Prendi in considerazione l’utilizzo di una parete posteriore o laterale della casa per posizionare una serra inclinata. I costi di acquisto iniziali sono simili a un modello indipendente, ma occupa meno spazio e hai solo bisogno di accedere su tre lati. È anche più economica e più facile da riscaldare.

Vantaggi

  • L’edificio aiuta a proteggerla dal vento
  • Consente di sfruttare uno spazio inutilizzato
  • È più efficiente dal punto di vista energetico

Svantaggi

  • Non offre tanto spazio per coltivare una grande varietà di piante
  • Ha meno lati per far entrare la luce

Mini serre

Una mini serra è una struttura vetrata con ripiani, da posizionare su un patio o sotto una finestra. Utilizza un muro di casa o un garage come protezione.

Perfetta se lo spazio è limitato, protegge i vasi di giovani piante dalle gelate tardive in primavera e favorisce la maturazione di colture come i peperoni. Idealmente, una mini serra dovrebbe essere rivolta a est o a ovest.

Vantaggi

  • Si rivela ideale se si è a corto di spazio
  • È più economica delle serre a grandezza standard
  • La maggior parte può essere riposta quando non in uso

Svantaggi

  • Può essere difficile prendersi cura delle piante se si ha una mobilità limitata
  • C’è poco spazio per la crescita delle piante

Serre in alluminio

L’alluminio è il materiale più comune per le serre, quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta. Disponibile in una varietà di dimensioni e forme e per tutti i tipi di budget, ecco alcuni pro e contro di cui essere a conoscenza se desideri acquistarne una.

Vantaggi

  • Puoi trovare tante opzioni economiche
  • C’è un’ampia varietà di forme e dimensioni
  • Ha una struttura robusta
  • È possibile scegliere tra una gamma di colori verniciati a polvere tra cui verde, marrone, nero e blu
  • Richiede poca manutenzione
  • È leggera e facile da montare
  • Proietta pochissima ombra in modo che la massima luce raggiunga le piante

Svantaggi

  • Può essere difficile da estendere
  • L’isolamento termico può essere basso
  • Può essere necessario aggiungere una base forte e robusta

Serre in legno

Le serre in legno sono meno comuni e in genere costano di più rispetto alle loro controparti in alluminio. Scegliere il tipo giusto di legno aiuterà a evitare che marcisca.

Il legname naturalmente durevole – come il cedro rosso occidentale – può essere lasciato invecchiare senza particolari problemi.

Vantaggi

  • Si armonizza facilmente con il tuo giardino
  • Può essere verniciata in qualsiasi colore desideri
  • È facile attaccare dei teli ombreggianti (bastano dele puntine da disegno)
  • Offre un buon livello di isolamento

Svantaggi

  • Può essere costosa
  • In genere è necessario aggiungere una base forte e robusta, soprattutto per evitare che il telaio in legno venga a contatto con il terreno umido
  • Ha bisogno di una manutenzione regolare

Serra di plastica e vetro

Le serre in plastica hanno lastre in policarbonato a doppia parete. Quand sono nuove, lasciano entrare luce sufficiente per favorire la crescita delle piante. Tuttavia nel corso degli anni possono diventare opache e ostacolare la corretta illuminazione.

Il vetro temperato è un’opzione migliore, in particolare se la serra è posizionata ben in vista nel giardino. Il vetro temperato o di sicurezza è più forte del vetro per orticoltura e, se si rompe, i frammenti non sono così taglienti.

Un’altra opzione è la pellicola di sicurezza autoadesiva. Questo è un film trasparente che viene applicato al vetro per l’orticoltura. Se il vetro si rompe, il film tiene insieme i frammenti. Tuttavia, poiché il film non riduce le rotture, potrebbe rivelarsi relativamente costoso rispetto all’opzione di scegliere il vetro temperato.

Dimensioni della serra

Le dimensioni della serra saranno vincolate allo spazio disponibile nel tuo giardino. Quindi per la maggior parte di noi sarà abbastanza modesto, soprattutto se hai la necessità di posizionarla sul balcone o sul terrazzo. Tieni anche presente che le strutture più grandi in genere costano di più, quindi anche se le dimensioni non sono un fattore determinante, magari potrebbe esserlo il budget.

La soluzione migliore è optare per la serra più grande possibile. La larghezza è una caratteristica importante perché determina la possibilità di inserire dei ripiani e un passaggo centrale.

In genere si opta per una serra da 1,8 x 2,5 metri o da 2,5 x 3 metri. In questo modo c’è abbastanza spazio per realizzare un percorso centrale, per posizionare delle scaffalature su un lato destinate alle piante in vaso e per lasciare l’altro lato libero: potrai così coltivare direttamente nel terreno le piante che si sviluppano in altezza, come i pomodori e i cetrioli.

Caratteristiche e accessori della serra

È importante prendere in considerazione le caratteristiche strutturali della tua serra.

Prese d’aria della serra

Avrai bisogno di almeno due prese d’aria nel tetto e di una laterale per garantire alle piante una corretta aerazione. Il numero di prese d’aria dipende dalle dimensioni della serra, ma non lesinare a pagare un po’ di più per quelle aggiuntive.

Apertura automatica delle prese d’aria

Nei modelli più evoluti è presente un cilindro di cera che si espande con il calore facendo aprire automaticamente le prese d’aria. Quando fa freddo, invece, si contrae e le fa chudere. Non devi quindi essere sempre presente per aprire e chiudere le prese d’aria quando la temperatura cambia.

Scaffalatura

Il numero di ripiani dipende dalle tue esigenze di coltivazione. Le mensole che possono essere facilmente rimosse sono utili se prevedi di utilizzare lo spazio del pavimento più avanti nella stagione per coltivare piante che si sviluppano in altezza.

Allestimento a doghe

È ideale per far passare la luce attraverso i ripiani inferiori. Può anche favorire una buona circolazione dell’aria, contribuendo a ridurre il rischio di malattie fungine.

Ombreggiatura

L’ombreggiatura è importante per mantenere più al fresco le piante. Le tende o le reti ombreggianti possono essere montate all’esterno o all’interno della serra.

Pad riscaldato

Molti semi e talee beneficiano di un po’ di calore in più. Cerca un modello con termostato per avere la possibilità di preimpostare la temperatura che desideri. Qualunque sia la tua scelta, avrai bisogno di una presa esterna per fornire l’alimentazione necessaria per farlo funzionare.

Termometro

Tenere d’occhio la temperatura della serra ti aiuterà a garantire che le tue piante non soffrano né il freddo né il caldo. Puoi scegliere tra i termometri tradizionali installati all’interno della serra o tra quelli alimentati a batteria con un sensore remoto: inn questo modo puoi visualizzare le letture comodamente da casa tua.

Vasi riciclati

Se vuoi contribuire a ridurre l’impatto ambientale limitando l’uso della plastica, utilizza vasi in materiale riciclato (molti garden center li offrono). In alternativa puoi usare un produttore di blocchi di terra che crea vasi naturali di compost per far crescere le tue piante.

Etichette

Sono preziose per identificare ciò che stai coltivando. Alla fine della stagione puoi cancellare le scritte con lana d’acciaio o carta vetrata in modo che possano essere riutilizzate. Una matita è il modo più semplice per segnarle.

Sistema di irrigazione

Un sistema di irrigazione è indispensabile se vuoi innaffiare le piante senza fatica. Un timer ti permette di impostare l’accensione e lo spegnimento del sistema di irrigazione senza che tu debba essere presente.

Dove posizionare la serra

Probabilmente nel tuo giardino hai solamente uno o due posti adatti a posizionare la serra, quindi la dimensione della struttura che scegli sarà limitata da questo. Ecco alcuni suggerimenti per scegliere il luogo perfetto per la tua serra:

  • la serra dovrebbe essere situata dove c’è molta luce, senza essere esposta a forti venti
  • un posto riparato va bene, ma evita di metterla sotto gli alberi
  • è necessario disporre di uno spazio di accesso intorno alla serra per la manutenzione
  • una serra riscaldata consente di coltivare una scelta più ampia di semi e talee all’inizio della stagione
  • più la serra è vicina alla casa, più economico sarà fornirle elettricità