Scarpe da trekking – Le 7 migliori

Le migliori scarpe da trekking sono indispensabili per tutti coloro che amano camminare nei boschi oscarpe montagna avventurarsi per i sentieri di montagna. Si tratta di calzature robuste e adatte per le esplorazioni in tutte le stagioni, ovunque tu sia nel mondo.

Per goderti l’escursione senza correre il rischio di vesciche, pelle ruvida sui talloni o dita schiacciate, è importante scegliere le migliori scarpe da montagna in base al tuo budget e al tipo di percorso che preferisci affrontare.

L’escursionismo è un’attività con una bassa barriera di ingresso; tutto ciò che serve per trascorrere una giornata nel bosco è un paio di scarpe robuste e lo spirito giusto per camminare. Entrambi sono ugualmente importanti, ma uno è molto più facile da trovare.

Un piccolo suggerimento

scarpe escursionismoAnche se si potrebbe essere tentati di salire in vetta con un paio di scarpe da ginnastica iper collaudate e ormai consumate, ti consigliamo vivamente di indossare le calzature appropriate.

A differenza dei marciapiedi di cemento, il sentiero richiede calzature rinforzate e di supporto per affrontare il fango, le rocce frastagliate e i torrenti.

Scegli sempre scarponcini da trekking e scarpe da montagna idonee al percorso che ti sta aspettando.

Il tuo budget

Se stai cercando un modello di base adatto ad affiancarti nelle tue passeggiate naturalistiche, lo puoi trovare nella vendita online di Amazon a partire da circa 40 euro.

Lì puoi acquistare anche scarpe tecniche per avventure impegnative, a un prezzo che va da 80 euro in su.

La nostra scelta

1. Salomon Speedcross 4 Scarpe da trekking

scelte perché sono altamente tecniche

scarpe escursionismo montagna

Questa scarpa è un vero punto di riferimento per gli entusiasti dello sport che cercano leggerezza e trazione su terreni tecnici. L’impermeabilità protegge dalle lievi precipitazioni e il sistema di lacci Quicklace permette di legare le scarpe senza nodi e senza sforzi.

Grazie al sistema Sensifit, si adattano perfettamente al piede con una vestibilità precisa e sicura. La suola aderente Wet Traction Contagrip realizzata in gomma sottile e resistente dona una buona trazione e robustezza anche sulle superfici umide.

2. CMP Rigel Mid Scarpe da arrampicata donna

scelte perché mantengono il piede asciutto

scarpe escursionismo montagna

Si distinguono per una vestibilità confortevole, che si adatta piacevolmente al piede. Il materiale esterno è “impermeabile” e garantisce la massima protezione, stabilità e leggerezza. Grazie alla costruzione e al mix di materiali della suola Cmp FullOn Grip, è adatta all’impiego su pavimenti bagnati e asciutti.

3. Grisport Scarpe da trekking in pelle

scelte perché offre sia comfort che prestazioni tecniche
scarpe escursionismo montagna

Scarpa bassa da trekking uomo nel colore marrone. Questa scarpa è la fusione tra una solida scarpa da montagna e una con estetica contemporanea, offre sia comfort che prestazioni tecniche. Realizzata in vera pelle con gritex tipo di membrana impermeabile e traspirante si guadagna l’aggettivo “waterproff”. Lo scarpa è dotata di Support System un’efficace sistema di bloccaggio del tallone progettato per ottenere il perfetto controllo del piede. La suola in gomma offre una buona aderenza sia sui terreni bagnati e scivolosi che asciutti e ghiaiosi.

4. Guggen Mountain Scarpe da trekking

scelte perché offrono un’efficace ammortizzazione

scarpe escursionismo montagna

Grazie alla suola di alta qualità, queste scarpe ti accompagnano con la giusta ammortizzazione lungo ogni percorso, anche quello un po’ sassoso o irregolare.
Inoltre, sono davvero leggera: una scarpa singola della misura 41 pesa solo 595 grammi. Tutto questo senza rinunciare alla robustezza.

5. Lowa Renegade GTX Mid Scarpe da escursionismo

scelte perché affrontano con disinvoltura i terreni sconnessi

scarpe escursionismo montagna

Si tratta di scarpe multifunzione, ideali per le escursioni su terreni e percorsi sconnessi. Sono caratterizzate da una tomaia leggera in pelle Nubuk e inserti scamosciati, a cui si abbina una fodera impermeabile in Gore-Tex: in questo modo mantengono il piede asciutto e assicurano una regolazione ottimale della temperatura.

La suola in gomma Vibram antiscivolo è la scelta adatta per una vasta gamma di attività outdoor.

6. Mountain Warehouse Oscar Scarpe da montagna

scelte perché sono adatte ai bambini

scarpe montagna bambini

Resistenti e comode, sono perfette ai piedi dei più piccoli, per passeggiate quotidiane o escursioni. La tomaia in camoscio e rete, insieme alla suola resistente, garantiscono traspirazione e stabilità, mentre la linguetta e la caviglia imbottite offrono comfort e supporto.

I materiali utilizzati, ovvero camoscio, tessuto sintetico e rete, sono resistenti e traspiranti, dando vita a uno stile di calzatura più leggera.

7. Adidas Terrex Ax3 Scarpe da trekking uomo

scelte perché sono adatte per camminata veloce in sicurezzascarpe escursionismo montagna

Con queste scarpe da hiking prosegui spedito per la tua strada. Hanno un design leggere traspirante con cui  potrai muoverti rapidamente sui terreni accidentati. La robusta suola in gomma garantisce una stabilità eccezionale durante le escursioni e il trail running in qualsiasi condizione.

La tomaia è in mesh e materiale sintetico foderata in tessuto; la suola in gomma Continental™ offre un grip ottimale anche sul bagnato. Calzata regolare con soletta sagomata. Chiusura a lacci.

Escursionismo, trekking o alpinismo?

Esplorare la natura è un’attività che sta suscitando l’interesse di sempre più persone. Alcuni camminano all’aria aperta per fuggire dallo stress cittadino, rilassarsi e distendersi. Altri hanno la passione nel sangue e cercano sempre nuove sfide per arrivare in vetta.

Per aiutarti a scegliere l’avventura giusta e le calzature di cui ha bisogno, è importante conoscere le caratteristiche delle attività di escursionismo, zaino in spalla, trekking e alpinismo e come differiscono l’una dall’altra. Hanno diversi gradi di complessità, requisiti tecnici e fisici.

Escursionismo

L’escursionismo è una passeggiata fuori dal contesto urbano. Questa attività di solito dura da metà a un’intera giornata, a seconda del percorso scelto.

Gli itinerari sono contrassegnati da un’apposita segnaletica. Richiede anche un uso minimo dell’attrezzatura.

Il più delle volte gli escursionisti completano l’attività nello stesso posto in cui hanno iniziato mentre altri si ritrovano in un altro punto.

Zaino in spalla

Si tratta di spostamenti della durata da due a dieci giorni. Questa attività richiede un po’ più di preparazione rispetto all’escursionismo, dal momento che devi trasportare lo zaino, la tenda e il cibo.

Ci sono scarpe progettate per aiutarti a portare carichi più pesanti e che hanno un’intersuola più rigida.

Trekking

Il trekking dura più giorni e si effettua spesso in aree remote. In alcuni casi, le escursioni sono organizzate da agenzie che si occupano delle pratiche burocratiche e dei permessi necessari.

Ci sono anche guide esperte che possono accompagnare un gruppo.

Ciò che differenzia maggiormente il trekking dallo zaino in spalla è che non dormirai sempre in campeggio. Ci sono rifugi o piccole baite lungo il percorso che ospita i trekker.

Inoltre, i trekking non iniziano e finiscono nello stesso punto: a volte la tua avventura termina a 100 chilometri rispetto a dove l’hai iniziata.

Alpinismo

L’alpinismo è un’attività stimolante. Prima di affrontare questo tipo di impresa sono richieste ore e ore di allenamento fisico e specifiche abilità tecniche. Sono inoltre necessari più giorni per il completamento dell’impresa.

L’obiettivo è quello di raggiungere la cima più alta di una montagna e devi essere in grado di sopravvivere in caso di condizioni avverse, come una tempesta di neve.

È indispensabile essere nelle migliori condizioni di salute prima di prendere parte a un’esperienza di questo tipo. Ricorda che ti stai muovendo verso le vette più alte che hanno livelli più bassi di ossigeno.

Devi saper affrontare le sfide della natura e sopravvivere.

Materiali delle scarpe da trekking?

Per scegliere le scarpe che ti accompagneranno nelle tue future avventure all’aria aperta, è necessario prendere in considerazione alcuni aspetti fondamentali.

Una delle cose più importanti è iniziare a familiarizzare con i diversi materiali utilizzati per la tomaia.

Pelle a pieno fiore

È il più pregiato e robusto dei materiali. Resiste all’acqua ma offre meno traspirazione e flessibilità.

Pelle spaccata

È un po’ più traspirante rispetto alla pelle a pieno fiore, ed è anche più leggera e più economica.

Pelle nabuk

Offre i vantaggi della pelle pieno fiore e di quella spaccata. Consente di realizzare scarpe leggere e di buona qualità.

Materiali sintetici

Sono leggeri, traspiranti e asciugano rapidamente. Tuttavia, non sono resistenti come la pelle.

Maglia

Alcune scarpe da trekking presentano una tomaia lavorata a maglia. Offrono una vestibilità aderente, flessibilità, leggerezza e traspirazione.

Componenti delle scarpe per escursionismo?

Vediamo come sono fatte nel dettaglio le varie parti delle scarpe da trekking.

Intersuola

Le intersuole più comuni per gli scarponcini da trekking sono realizzate in poliuretano (PU) e acetato di etilene-vinile (EVA). Ci sono anche marchi che offrono un’intersuola brevettata frutto di varie tecnologie. Questi tipi variano in spessore, supporto e livello di comfort.

Suola

È utile comprendere lo scopo del battistrada sul tuo futuro paio di scarpe da trekking. Diversi tipi consentono di ottenere risultati diversi sul percorso.

Il battistrada è la parte della suola che viene a contatto con il suolo. Può avere forme diverse (triangolare, rettangolare, circolare o quadrato) e offre vari gradi di presa.

La scelta di un modello circolare fornisce più trazione in quanto disperde rapidamente l’acqua.

Peso

Una considerazione significativa nella scelta di una scarpa per l’escursionismo è il suo peso. Tieni presente che il principale fattore che determina il peso della scarpa è rappresentato dai materiali utilizzati.

Si deve scendere a compromessi tra la leggerezza e la durata delle scarpe.

Supporto

Coloro che indossano scarpe da trekking basse ottengono maggiori benefici poiché indossano qualcosa di più leggero, meno costoso e più comodo.

La chiave per ottenere un adeguato supporto è il rafforzamento della caviglia e l’allenamento.

Gli archi del piede aiutano a distribuire uniformemente il peso quando si cammina su superfici irregolari. Ci sono forme del piede che richiedono più supporto dell’arco rispetto alle altre.

Come posso determinare il mio tipo di arco?

Il test più semplice per determinare il tipo di arco è quello di immergere i piedi in acqua e appoggiarli su cartone. Se rimane impresso l’intera pianta, il piede è arcuato in basso. Altrimenti, se la parte anteriore e quella posteriore sono le uniche parti visibili, il piede è arcuato in alto.

Gli archi bassi sono anche chiamati piedi piatti: hanno poco o nessun arco in modo che l’intero piede tocchi il terreno. In questo caso, scegli delle scarpe che ti garantiscono la massima stabilità.

Con gli archi normali / neutri, l’andatura è efficiente e normale. In questo caso puoi indossare una grande varietà di scarpe da trekking. Puoi optare per un modello che ha il supporto dell’arco ed è ammortizzante: ciò può prevenire il dolore e favorire il comfort.

Impermeabile o non impermeabile?

Le migliori scarpe da trekking impermeabili funzionano bene in ambienti freddi e umidi. Tuttavia, una scarpa impermeabile può essere controproducente in condizioni più calde.

Anche se i marchi di fodere impermeabili rivendichino ancora la traspirazione, un paio di scarpe impermeabile non è traspirante come uno non impermeabile.

E non dimenticare che i piedi caldi e sudati sono inclini ad avere le vesciche.

A seconda della costruzione superiore delle scarpe da trekking, alcuni rivestimenti sono naturalmente resistenti all’acqua. La pelle, ad esempio, è naturalmente resistente all’acqua.

È meglio che le scarpe da trekking in pelle siano trattate bene per evitare crepe e aumentarne la durata. Le scarpe in tessuto, d’altra parte, tendono a degradarsi rapidamente rispetto alla pelle. Sono rese resistenti all’acqua applicando il trattamento corretto.

Resistenza all’acqua

La resistenza all’acqua è la capacità di resistere alla penetrazione dell’acqua in una certa misura, ma non del tutto.

Una scarpa che riporta in etichetta la dicitura “resistente all’acqua” significa che è trattata con una sostanza leggera per migliorare la sua resistenza all’acqua.

Idrorepellente

È un passo in più rispetto alla resistenza all’acqua. Significa che le scarpe sono rivestite con una sostanza idrorepellente e hanno un’alta probabilità di resistere all’acqua usando la nano-tecnologia.

Il rivestimento può essere interno, esterno o su entrambe le superfici della tomaia. I pori del tessuto rimangono aperti.

Scegliere le scarpe da trekking per uomo e donna?

Dopo aver ristretto la selezione, prova le tue future scarpe da trekking. Vai dal tuo rivenditore locale e indossale. Visita il negozio nel tardo pomeriggio poiché i piedi tendono a gonfiarsi durante le attività della giornata.

Se possibile, fai misurare i tuoi piedi anche se conosci già la tua taglia. Controlla la larghezza, la lunghezza e l’arco del piede.

Indossa le calze che utilizzerai durante le escursioni e, se ne fai uso, porta i tuoi plantari. Trascorri del tempo con le scarpe da trekking che stai per acquistare. Se possibile, passeggia per il negozio.

Cerca una rampa di prova e camminaci sopra. Sali e scendi le scale, vai avanti e indietro.

Per quanto tempo posso camminare?

L’escursionismo non è solo una piacevole passeggiata in montagna mentre ti godi la bellezza della natura. Ci sono differenze di altitudine e temperatura lungo il percorso e queste hanno un effetto significativo sul tuo corpo e sul meccanismo di respirazione.

Tieni presente che camminare sull’asfalto è diverso rispetto a camminare su terreni accidentati a diversa altitudine.

Quando fai un’escursione, l’affaticamento del piede è inevitabile. Devi essere preparato per la pista peggiore. Attraversare terreni irregolari può stressare il piede anche se indossi le migliori scarpe da trekking.

Sei mentalmente, emotivamente e biologicamente pronto?

Potresti chiederti perché è importante conoscere il tuo stato mentale, oltre che fisico Ci sono casi in cui si decide di fare un’escursione ma a metà percorso si indietreggia sentendosi così stanchi e scoraggiati perché la pista sembra infinita.

Questo succede quando un principiante e non ha pensato seriamente alle difficoltà che puoi incontrare.

Se sei alle prime armi, è meglio iniziare con percorsi brevi e facili per dare al tuo corpo la sensazione di cosa sia l’escursionismo. Intraprendi gradualmente livelli più elevati dopo aver sviluppato la tua forma fisica e la prontezza.

Escursionismo da soli o in gruppo?

Sia che tu scelga di fare escursioni da solo o in gruppo, ci sono molte linee guida che devi seguire.

Quando fai un’escursione con un gruppo, cerca di ridurre il più possibile il rumore, nel rispetto della natura e degli altri escursionisti che sono alla ricerca di tranquillità.

Se invece ti avventuri da solo, valuta i tuoi limiti. Assicurati di avere familiarità con il percorso e accertati di essere abbastanza sicuro per intraprendere una camminata in solitaria.