I 7 Migliori Sacchi A Pelo per Escursionismo

Non c’è niente di meglio che scivolare nel miglior sacco a pelo dopo una lunga giornata di escursioni. Stai pianificando le tue prossime vacanze in campeggio? Oppure ami il trekking estremo e di solito vai all’avventura con tutta l’attrezzatura in spalla? Qualsiasi siano le tue esigenze, il giusto sacco a pelo è la chiave per dormire bene all’aperto.

Un piccolo suggerimento

Quando scegli il sacco a pelo, non focalizzare l’attenzione solo sul livello di calore e di comfort. Anche altri fattori come il peso, le dimensioni e la facilità con cui lo riponi nella sua custodia svolgono un ruolo importante.

Oltre a questo, si consiglia di prendere in considerazione le condizioni climatiche, la latitudine e la stagione, poiché ognuna di queste variabili può avere un impatto su come un sacco a pelo si comporta in mezzo alla natura.

Il tuo budget

Ammettiamolo, non tutti vogliamo spendere centinaia di euro per acquistare un sacco a pelo, soprattutto se abbiamo appena rinnovato l’intera attrezzatura per l’escursione. Per fortuna in commercio puoi trovare una scelta molto ampia di soluzioni e la vendita online di Amazon offre alcune buone opzioni a partire da 25 euro, senza nulla togliere alla praticità e al comfort. S

e però pianifichi di passare le tue notti in alta montagna a tu per tu con ghiaccio e neve, meglio non scendere a compromessi e investire in un modello extra protettivo, che puoi trovare dai 100 euro in su.

La nostra scelta

1. Ferrino Sacco a pelo Lightec Duvet

scelto perché ha un’apertura facilitata con una mano sola

È ideale per chi cerca prestazioni, peso limitato, isolamento e dimensioni compatte. Si caratterizza pe una forma 3D nella parte inferiore, una soluzione progettuale che ottimizza il comfort. Protegge efficacemente dal freddo e grazie al sistema “One Touch” è possibile aprire e chiudere il cappuccio dall’interno con una sola mano.

Per evitare la dispersione di calore, le cuciture gli strati interni ed esterni del sacco a pelo non comunicano mai. È dotato di 2-way zip laterali e zip nella zona dei piedi per una migliore ventilazione.

2. Bessport Sacco a Pelo a Mummia

scelto perché fa risparmiare spazio

sacco a pelo mummia

Progettato in modo specifico per l’escursionismo, questo sacco a pelo vanta un rapporto peso-calore superiore e si rivela perfetto per risparmiare spazio e peso. Ha un’imbottitura ultra-calda 350GSM che lo rende perfetto per 3-4 stagioni. Inoltre, è resistente all’acqua e al vento e si può usare in condizioni estreme, con temperature fino a -10°C.

Il doppio strato aumenta la protezione dal freddo. Offre ampio spazio per persone fino a 185-198 cm. La sua tasca consente di riporre gli oggetti di valore, come telefoni cellulari. Il collarino antivento con fascia sovrapposta integrata protegge in modo adeguato dall’aria, inoltre grazie ad una protezione installata lungo tutta la cerniera il vento non entra di lato, assicurando un buon livello di calore.

3. Relefree Sacco a Pelo Campeggio

scelto perché ha un buon rapporto qualità prezzo

sacco a pelo campeggio

È il compagno ideale per tutti gli appassionati di campeggio e outdoor. Il materiale esterno è tessuto taffetà di poliestere 210T, resistente al vento e impermeabile. La fodera in tessuto Chunya 190T offre un elevato comfort e una buona permeabilità all’aria. L’imbottitura è in cotone cavo di alta, soffice, morbido, che offre un buon isolamento termico.

4. Keenflex Sacco a Pelo Invernale

scelto perché si utilizza tutto l’anno

sacco a pelo

È stato testato in laboratorio secondo i più recenti standard mondiali (ISO 235 37-1: 2016) ottenendo una temperatura di comfort certificata di 0°C e una temperatura estrema di -23,4°C. Tiene quindi caldo tutto l’anno, sia nelle estati miti che negli inverni rigidi. I suoi 85 cm di larghezza offrono uno spazio confortevole, mentre l’isolamento con spessore extra favorisce una maggiore protezione. E in caso di campeggio sotto zero, c’è abbastanza spazio anche per il tuo pigiama invernale!

La struttura antistrappo esterna a diamante è sia leggera che resistente all’acqua, mentre l’interno è fatto di comodo pongee, un tessuto in poliestere. Linguette paraspifferi su spalle e cerniera assicurano che il calore venga trattenuto all’interno per tutta la notte.

5. Ferrino Colibrì Sacco a Pelo

scelto perché è leggerissimo

sacco a pelo

Come suggerisce il suo nome, è un sacco a pelo molto leggero (pesa 700 grammi), ideale per il campeggio nella stagione estiva, come sacco rifugio o come sacco lenzuolo. Il tessuto esterno è in nylon, mentre il tessuto interno è in cotone, per offrire un morbido contatto con la pelle. Lo strato intermedio termico è realizzato in spalmatura alluminata. Viene fornito completo di custodia di colore giallo.

6. King Camp Sacco a Pelo Oasis

scelto perché si può unire per formare un sacco matrimoniale

sacco a pelo campeggio

Può essere utilizzato in un range di temperatura compreso tra + 12°C e -3°C. Un sacco a pelo sinistro e un altro destro possono essere uniti insieme e diventano in uno doppio matrimoniale.

La doppia cerniera a doppia corsa rende facile entrare e uscire. Il velcro di fissaggio sul lato mantiene maggiormente al caldo.

L’esterno è in poliestere alta qualità impermeabile, mentre l’interno è molto confortevole. La borsa di compressione facilita il trasporto.

7. Alpin Loacker Sacco a Pelo per Campeggio

scelto perché è super-leggero

Le sue  dimensioni compatte e il peso ultraleggero lo rendono il compagno ideale per le escursioni nei mesi più caldi.

L’interno è realizzato in una microfibra di poliestere morbida, aderente, traspirante e confortevole. Il materiale esterno, invece, è realizzato in nylon ripstop 300D idrorepellente, morbido e facile da pulire. 

Quali tipi di sacco a pelo ci sono in commercio?

I sacchi a pelo rientrano in tre categorie di base: estate, tre stagioni e inverno.

Estate

I sacchi a pelo per l’estate sono adatti a temperature che partono indicativamente da -1°C. Sono leggeri (perché meno isolamento significa meno peso) e si impacchettano occupando uno spazio veramente minimo (spesso diventano piccoli come un melone).

Molti modelli sono dotati di cerniere a tutta lunghezza, che ti consentono di chiuderli quasi completamente per consentirne la ventilazione (o da usare come trapunta) quando la notte diventa davvero umida. La maggior parte dei sacchi a pelo estivi sono semplici, senza troppi fronzoli. Non avrai certo bisogno di un cappuccio o di un colletto alla coreana nelle calde notti di luglio, quindi perché spendere soldi per cose che non ti servono?

Tre stagioni

Sono ideali per tre stagioni (primavera, estate e autunno) con temperature che partono da -6°C. I modelli di buona qualità hanno delle funzionalità extra per combattere le temperature più fredde come cappuccio, coulisse e protezioni antivento per la cerniera.

Inverno

Progettati per offrire un buon livello di comfort con temperature rigide (da -6°C in giù), presentano tutte le caratteristiche di un sacco da tre stagioni (cappuccio, coulissee protezioni antivento per la zip), ma sono rinforzati con più isolamento. Un sacco a pelo invernale è sempre ingombrante da imballare, quindi ti consigliamo di acquistare una buona custodia da compressione per riporlo in meno spazio possibile.

Valutazione della temperatura

Tutti i sacchi a pelo hanno valori nominali di temperatura, che indicano la temperatura minima che il sacco è progettato per gestire. Le classificazioni della temperatura dovrebbero essere prese in considerazione con un po’ di cautela, perché al momento non esiste ancora un metodo standard universale per determinare le classificazioni.

Ciò significa che i produttori possono dare liberamente delle indicazioni sui loro prodotti. Nella maggior parte dei casi, queste affermazioni sono realistiche, ma in alcuni casi le classificazioni della temperatura sono ottimistiche.

Un sistema di classificazione standardizzato e ampiamente adottato in Europa è quello definito EN 13537, che offre una serie di valutazioni.

Limite superiore

È la temperatura dell’aria più elevata alla quale l’uomo medio può dormire comodamente.

Comfort

Rappresenta la temperatura dell’aria più bassa alla quale la donna media può dormire comodamente.

Limite inferiore

Equivale alla temperatura dell’aria più bassa alla quale l’uomo medio può dormire comodamente.

Tipo di isolamento

Una delle prime decisioni che dovrai affrontare è questa: piuma o sintetico? Ecco le differenze, i vantaggi e gli svantaggi di entrambi.

Piuma

Si tratta dell’isolamento più leggero ed efficiente che puoi ottenere. È anche il più comprimibile (un grande vantaggio per i viaggiatori con zaino e sacco a pelo che trasportano grandi carichi) e mantiene il suo potere isolante più a lungo dei modelli sintetici.

Il piumino è generalmente più costoso del sintetico, ma dipende anche dalla quantità di riempimento, che è un modo per valutare la qualità del piumino. Le classificazioni di potenza di riempimento vanno da circa 600 a 900. Più alto è il numero, più caldo sarà.

Sintetico

Esistono molti tipi diversi di isolamento sintetico, ma generalmente è un materiale in poliestere soffice che non assorbe l’acqua, rendendolo una scelta intelligente per qualsiasi escursionista o campeggiatore che potrebbe trovarsi di fronte a condizioni di bagnato. Anche se i sacchetti sintetici siano generalmente più voluminosi e più pesanti, sono molto meno costosi.

Sacco a pelo impermeabile?

Acquista un modello completamente impermeabile solo se hai davvero bisogno di quel livello di protezione, ad esempio se ti accampi frequentemente senza tenda o ti serve un modello per alpinismo. Un sacco a pelo di questo tipo richiede un investimento maggiore, anche di diverse decine di euro.

Per essere confortevole, un sacco a pelo impermeabile deve essere anche traspirante, un po’ come la tua giacca antipioggia. Se il tessuto non respira, anche se la pioggia non entra ti ritroverai presto in una pozzanghera di sudore. Attenzione alle cuciture: non devono far passare neanche una goccia!

Quali forme di sacchi a pelo?

I sacchi a pelo sono disponibili in diverse dimensioni e forme e ciascuna si rivolge a una tipologia di escursionismo ben precisa. In commercio trovi anche tipi che si possono unire per formare un grande sacco matrimoniale. E accanto ai classici modelli per adulti, trovi anche una vasta gamma di proposte per bambini, a forma di animale, uno dei più richiesti è quello a forma di orso.

A mummia

Un taglio affusolato su gambe e piedi conferisce ai sacchi a pelo a mummia la massima efficienza termica. Il compito principale di un sacco a pelo è quello di mantenere all’interno il calore generato dal tuo corpo; quando lo spazio interno è più piccolo, il sacco a pelo è più efficiente. Un altro vantaggio è che sono progettati con meno materiali e isolamento, sono più leggeri e più piccoli da imballare quando ti trovi in alta montagna.

Rettangolare

I sacchi a pelo rettangolari non sempre sono così efficienti dal punto di vista termico e sono più adatti per le stagioni calde o per i pigiama party in taverna.

Semi-rettangolare

I modelli semi-rettangolari sono un buon compresso tra la forma a mummia e quella rettangolare. Sono ideali per coloro che si sentono troppo limitati dal modello a mummia ma hanno bisogno di più calore rispetto a ciò che un sacco rettangolare è in grado di offrire. Sono più ingombranti e più pesanti delle mummie, ma ti danno un po ‘più spazio per muoverti.

Come acquistare il modello giusto?

Ecco come assicurarti che il sacco a pelo che stai per acquistare si adatti perfettamente alle tue esigenze di sonno all’aperto.

Provalo

Se puoi, prima di acquistarlo provalo. Vai in un negozio di articolo sportivi ed entra in tutti i modelli che trovi, per avere un’idea generale del modo in cui ogni marca e tipo si adattano.

Materassino

Se devi integrare il materassino, tienine conto, perché un cuscinetto ridurrà il volume interno del sacco, influendo in modo notevole sulla sua comodità.

Chiusure

Mentre lo provi, tira su e giù le cerniere diverse volte. Se una si blocca, potrà metterti in difficoltà quando sarai all’aperto. Aggancia il cappuccio e il colletto alla coreana. Controlla che garantiscano una vestibilità comoda, che siano aderenti senza stringere, che non rischino di graffiarti con il velcro e che siano facili da mettere e togliere.

Come lavare il sacco a pelo?

Segui questi suggerimenti per mantenere il tuo sacco a pelo performante per molti, molti anni.

Etichetta

Leggi l’etichetta o chiedi consiglio sul sito web dell’azienda. Se tali indicazioni no sono conformo a uno dei nostri suggerimenti che trovi qui di seguito, si tratta di un modello fuori dallo standar: in quel caso, segui le linee guida del produttore.

Cerniere

Chiudi tutte le cerniere e gli elementi di fissaggio, quindi capovolgi il sacco per far sì che durante il lavaggio vengano rimossi le impurità lasciate all’interno dal corpo.

Detergente

Per il piumino, scegli un prodotto detergente che non rimuova gli olii essenziali dalle piume.

Lavaggio

Lavare a mano in una vasca o utilizza una lavatrice a carica frontale. Scegli sempre un ciclo delicato con acqua fredda. Dopo un ciclo completo, eseguire un ulteriore risciacquo o due per rimuovere eventuali residui di detersivo.

Asciugatura

Appenderlo longitudinalmente su un filo stendibiancheria fino a quando la maggior parte del peso dell’acqua è evaporata. Puoi lasciarlo asciugare completamente all’aria aperta, al riparo dai raggoi diretti del sole (come fai per il tuo zaino), oppure in asciugatrice, scegliendo una temperatura bassa. E quando lo riponi, utilizza un grande sacco di cotone, non il piccolo sacchetto di nylon che usi durante un viaggio.