Le 7 Migliori Motoseghe per Potatura

Utilizzata con la giusta dose di conoscenza in materia di sicurezza, la migliore motosega può essere un efficace aiuto nei tuoi lavori fai da te. È un potente strumento in grado di abbattere un albero che minaccia il tetto di casa, può potare i rami di notevole diametro nel tuo giardino o ridurre a tronchetti i ceppi della legna da ardere.

Un piccolo suggerimento

Per decidere il tipo di motosega da acquistare (a miscela o elettrica, con cavo o a batteria) prendi in considerazione il tipo di lavori che intendi svolgere, la frequenza con cui utilizzerai l’apparecchio e la distanza dalla presa di corrente rispetto al punto in cui intendi lavorare.

Il tuo budget

Le motoseghe sono disponibili in un’ampia gamma di dimensioni, dai piccoli modelli elettrici con e senza fili ai modelli pesanti alimentati a miscela di benzina e olio, destinati a lavori più impegnativi. I prezzi sono spesso legati alle dimensioni del motore per le motoseghe a gas e alla tensione per le apparecchiature elettriche, oltre che alla lunghezza della barra di taglio.

Nella vendita online i modelli elettrici con cavo sono proposti in una fascia compresa tra i 70 euro e i 150 euro circa, mentre quelli a batteria e con motore a miscela vanno da 100 euro a 250 euro circa.

La nostra scelta

1. Motosega a scoppio Alpina A 2500

scelta perché ha un basso livello di vibrazioni

motosega a scoppio

Ideale per la potatura (ma non solo), è equipaggiata con un motore da 25.4 cc (0,9 kW). Offre un bilanciamento ottimale tra peso e potenza. Il sistema a molla garantisce basse emissioni ed un livello di vibrazioni e rumorosità contenuto.

La barra è da 25 cm e la velocità della catena è pari a 21 m/s. La maniglia posteriore offre un efficace grip, questo sia per migliorare l’ergonomia ma sopratutto per renderne più sicuro possibile l’utilizzo.

2. Motosega a batteria Black+Decker GKC3630L20

scelta perché offre elevate prestazioni di taglio

motosega a batteria

È alimentata da una batteria agli ioni di litio da 36V che si ricarica completamente in 90 minuti. Si caratterizza per le sue elevate prestazioni di taglio fino a Ø 23 cm. Realizzata all’insegna della massima sicurezza e del comfort. Silenziosa e a basse vibrazioni, ha una lubrificazione automatica della catena. Inoltre, la tensione della catena può essere cambiata senza attrezzi. La batteria e il caricatore sono inclusi nella confezione.

3. Motosega Elettrica senza Fili Bosch UniversalChain 18

scelta perché è maneggevole

motosega senza fili a batteria

Alimentata da una batteria agli ioni id lito da 18V/2,5 Ah, questa motosega è in grado di tagliare rami e piante con una velocità di oltre 4 m/sec. Con la batteria carica (il tempo richiesto è di un’ora) può effettuare fino a 450 tagli Il gancio di arresto consente di eseguire sottotagli precisi.

La lunghezza della barra è di 200 mm. L’apparecchiatura pesa 2,5 kg (3 kg con la batteria) e si rivela quindi leggera e maneggevole. La dotazione comprende la batteria e il caricabatteria.

4. Motosega Elettrica Bakaji

scelta perché ha un buon rapporto qualità prezzo

motosega elettrica

Consente di tagliare e rifinire legna e rami d’albero con la massima facilità. Il potente motore da 2400 W di cui è dotata fornisce alla catena Oregon da 40 cm una velocità di taglio di 15 m/s che offre potenza e velocità elevate ideali per misure di taglio di tronchi di max 35 cm di diametro, per un lavoro rapido, professionale ed efficiente. Inoltre la catena è elastica e può essere regolata e sostituita molto rapidamente.

Viene fornita di tanica da 150 ml (senza olio) con sistema di pompaggio automatico e finestra di controllo del fluido. L’impugnatura ergonomica gommata garantisce una presa confortevole, sicura e antiscivolo. L’effetto ammortizzante garantisce maggiore confort anche durante le lunghe sessioni di lavoro.

5. Motosega da potatura Hyunday YS-2512

scelta perché è confortevole

motosega a miscela benzina

Progettata con motore a due tempi, ha un avviamento a strappo con cordicella auto-avvolgente. La capacità del serbatoio è di 0,23 litri. La lunghezza della barra di taglio è di 25 cm e il diametro di taglio massimo è di 200 mm. Compatta, maneggevole, tecnologicamente curata è inoltre dotata di impugnatura antivibrante per un confort ottimale durante l’utilizzo, specie per i lavori più intensi.

Ha un’impugnatura laterale rivestita in gomma per manovrare la macchina con facilità. È anche fornita di paracolpi in plastica per proteggere la mano dell’operatore.

6. Elettrosega a batteria Einhell GE-LC

scelta perché è ergonomica

motosega a batteria

Si rivela ideale per abbattere alberi di piccole e medie dimensioni, per preparare la legna da ardere e potare alberi e siepi. La protezione anti ritorno e l’arresto meccanico immediato garantiscono l’elevata sicurezza dell’utente. Il perno d’appoggio in metallo garantisce un elevato controllo del taglio.

È progettata con un’impugnatura ergonomica per una presa sicura. Per tendere e sostituire la catena non serve alcun attrezzo.

7. Motosega a scoppio Boudech

scelta perché è completa di accessori

motosega a scoppioHa un motore a due tempi da 25 cc e una barra munga 25 cm. È progettata con un tendicatena rapido e un sistema frenante automatico Auto Brake che la rende molto sicura per l’utente. La capacità serbatoio carburante è pari a 230 ml. La funzione Quick & Easy Start ne facilita l’avviamento. La dotazione di serie include un kit utensili per la manutenzione e una tracolla.

Come scegliere la motosega

Strumento di eccellenza dei taglialegna, la motosega viene utilizzata per svolgere numerosi compiti in ambito domestico: dal taglio della legna da ardere all’abbattimento degli alberi fino alla costruzione di recinzioni.

Trovare il modello giusto dipende da come e con quale frequenza prevedi di utilizzare la motosega. Per guidare la tua decisione, ecco tre domande da porsi prima della scelta.

Cosa c’è nella tua proprietà?

Se vivi in ​​una grande proprietà boscosa con molti alberi grandi e ti senti a tuo agio con l’utilizzo di una motosega, un modello a benzina probabilmente è quello che fa per te. In generale, queste apparecchiature offrono una maggior potenza rispetto a quelle elettriche.

Per un giardino un po’ più piccolo, una motosega a miscela più leggera o una elettrica a batteria funzionerà perfettamente. I modelli elettrici con cavo e prolunga non possono andare molto più lontano di una trentina di metri da una presa, quindi sono più adatti a lavori come tagliare la siepe vicino alla casa.

Quanto tempo dedichi alla manutenzione del giardino?

Se ti occupi sistematicamente della manutenzione del tuo giardino, potando e tagliando i rami degli alberi nel corso di tutto l’anno, una motosega a batteria è una buona scelta. Avrai da 30 a 40 minuti di autonomia tra una ricarica e l’altra, il che dovrebbe essere sufficiente per affrontare tali attività.

Se invece lasci un’intera stagione di manutenzione da svolgere in un solo fine settimana, scegli un modello a benzina: può funzionare per ore con un pieno e quando si esaurisce puoi semplicemente fare rifornimento e continuare a tagliare piuttosto che aspettare che la batteria si ricarichi.

Quanta manutenzione sei disposto a fare?

Le motoseghe elettriche non sono solo più facili da avviare rispetto alle loro controparti a benzina, ma sono anche più facili da manutenere. Tutto quello che devi fare è collegarle alla presa elettrica o caricare la batteria e sei pronto per partire. Una cosa da tenere presente è che la durata della batteria tende a diminuire nel tempo e le batterie possono essere costose da sostituire.

Le motoseghe a benzina devono invece essere sottoposte a una manutenzione periodica. In genere funzionano con una miscela di benzina e olio da effettuare secondo un rapporto preciso determinato dal produttore. Puoi acquistare benzina premiscelata, ma è più costosa che farla da solo. Dovrai anche sostituire periodicamente i filtri e le candele. Ed è necessario togliere la benzina dal serbatoio se pensi di non utilizzare l’apparecchio per diverso tempo.

Tipi di motoseghe

In questa sezione prendiamo in esame i diversi tipi di motoseghe. Abbiamo anche incluso i troncarami elettrici, che sono una buona opzione per i lavori di piccola entità e sono più sicuri da usare quando si taglia sopra il livello delle spalle.

Motoseghe a benzina

Questi modelli tendono a tagliare rapidamente e senza intoppi. L’elevata velocità della catena richiede meno pressione da parte dell’utente per eseguire tagli netti rispetto ad alcuni modelli elettrici: si rivelano quindi la soluzione ideale per lavori impegnativi come l’abbattimento di alberi di grandi dimensioni.

Tuttavia, molti di questi apparecchi sono più pesanti e rumorosi delle versioni elettriche. Richiedono inoltre il rifornimento e la manutenzione regolare del filtro dell’aria e della candela del motore ed emettono gas di scarico. Come tutti gli strumenti a benzina, queste motoseghe producono monossido di carbonio, quindi non dovresti mai utilizzarle al chiuso. L’avvio richiede diversi strattoni energici su una fune. La lunghezza della barra della catena è compresa in genere tra i 40 cm e i 45 cm per le motoseghe di utilizzo domestico, ed è maggiore per i modelli professionali.

Motoseghe elettriche con cavo

La maggior parte delle motoseghe elettriche ha un cavo di alimentazione plug-in e costa meno rispetto ai modelli alimentati a benzina. In genere queste apparecchiature pesano meno e si avviano senza sforzo: basta collegarle a una presa e premere il pulsante. Ma la loro velocità di taglio più lenta le porta a svolgere lavori più leggeri, come modellare le siepi o tagliare occasionalmente il piccolo ramo di un albero.

Il loro cavo di alimentazione ti tiene legato alla presa elettrica più vicina. Avrai anche bisogno di una prolunga specifica per ottenere l’amperaggio necessario alle prestazioni ottimali. Tieni presente che le prolunghe di quella dimensione si estendono al massimo intorno ai 30 metri, quindi non sarai in grado di tagliare più lontano di quella distanza rispetto a una presa e non dovresti mai mettere insieme più prolunghe: rappresenta un rischio di incendio.

Troncarami elettrici

Se l’uso di una motosega ti mette a disagio, considera un troncarami elettrico leggero. L’apparato di taglio è montato a mezzo metro distanza dalle impugnature ed è schermato all’interno di un paio di ganasce di sicurezza.

Come usare la motosega in sicurezza

Le motoseghe sono progettate con protezioni, compreso un freno catena automatico, per ridurre il rischio di contraccolpi. Ma anche se hai un modello particolarmente ricco di funzioni di sicurezza, è bene prendere alcune precauzioni extra.

Vestiti in modo adeguato

Indossa indumenti comodi e stivali da lavoro robusti, preferibilmente con la punta d’acciaio. Proteggi le gambe con pantaloni resistenti al taglio e il dorso delle mani con guanti adeguati. Metti un casco con la visiera. Avrai anche bisogno di protezioni per l’udito, poiché praticamente tutte le seghe, compresi i modelli elettrici, superano il livello di 85 decibel e possono essere causa di danni all’udito.

Avvia la motosega a terra

Tieni in modo saldo la motosega a benzina durante l’avvio a strappo mantenendola appoggiata a terra; la maggior parte delle maniglie include un punto per tenere ferma l’apparecchiatura con un piede mentre si tira la fune di avviamento.

Non utilizzare mai la motosega mentre sei su una scala e non posizionarla mai sopra l’altezza delle spalle. Se devi tagliare oltre l’altezza delle spalle, usa un troncarami elettrico, la cui mascella di taglio incassata lo rende più sicuro da usare rispetto a una motosega.

Non dimenticare la manutenzione

La manutenzione è un fattore importante per la sicurezza della motosega. Una catena adeguatamente affilata, tensionata e oliata velocizza il taglio e aiuta a prevenire il contraccolpo riducendo l’usura della catena e della barra su cui scorre. Una catena troppo lenta può anche scivolare dalla barra e colpire l’operatore mentre gira.

Attenzione alle emissioni

Tutti gli strumenti a benzina producono monossido di carbonio, un gas incolore e inodore, potenzialmente letale. Non utilizzare mai un utensile a benzina all’interno di un ambiente chiuso.

Caratteristiche di sicurezza della motosega

Le motoseghe sono strumenti semplici, costituiti da un motore, da un’impugnatura e da un pezzo di metallo oblungo chiamato barra che guida la catena di taglio. Ci sono molti accorgimenti progettuali che contribuiscono ad aumentare il livello di sicurezza dello strumento e più ce ne sono meglio è. Ecco le caratteristiche di sicurezza da cercare su qualsiasi motosega.

Catena a contraccolpo ridotto

Le maglie di protezione extra e un profilo di taglio meno aggressivo aiutano a evitare che la catena morda troppo, causando contraccolpi. La maggior parte delle motoseghe ha anche una barra con una punta stretta per limitare l’area di taglio che genera il maggior contraccolpo.

Freno catena

Questa funzione arresta la catena quasi istantaneamente quando il paramano anteriore viene spinto in avanti o se la motosega si sposta indietro. La maggior parte delle motoseghe ne è provvista.

Chain Catcher

Si tratta di un’estensione in metallo posta sotto la barra guida che aiuta a evitare il ritorno della catena verso l’utente. La maggior parte dei modelli ce l’ha: è indubbiamente un vantaggio, soprattutto se la catena è troppo lenta a causa di un tensionamento non corretto.

Blocco trigger

La maggior parte delle motoseghe include un interruttore separato che deve essere premuto prima di innestare il ​​grilletto dell’avviamento.

Custodia o guaina

Una custodia completa o una copertura per la barra e la catena aiutano a proteggere da tagli accidentali quando si trasporta o si ripone l’apparecchio. Una custodia aiuta anche a contenere le perdite di olio dalla catena. Puoi trovare custodie aftermarket se la tua motosega non ne è provvista.

Oliatore automatico per catene

Anche le motoseghe a basso prezzo includono questo dispositivo indispensabile, che ti consente di continuare a tagliare senza doverti fermare per oliare la barra di taglio. Questo è importante perché ti permette di tenere saldamente entrambe le mani sulla motosega. Una barra e una catena ben oliate evitano l’usura prematura e il surriscaldamento, che può portare alla rottura della catena.

Regolatore catena senza attrezzi

Un meccanismo a manovella sblocca e blocca comodamente la barra della catena e la sposta dentro e fuori in modo da poter regolare la tensione senza dover usare una chiave inglese o un cacciavite. Può anche migliorare la sicurezza rendendo rapida e semplice la corretta regolazione.

Sistema anti-vibrazione

La maggior parte delle motoseghe a miscela ha boccole in gomma o molle metalliche tra l’impugnatura e il motore, la barra e la catena per ridurre al minimo le vibrazioni. Senza questa caratteristica, la vibrazione può rendere il lavoro di taglio molto faticoso, a discapito non solo del comfort, ma anche della sicurezza.