I 7 Migliori Monopattini Elettrici

Ideale per gli spostamenti brevi, il miglior monopattino elettrico può essere considerato una valida alternativa all’uso dell’automobile in città. È più ecologico e può contribuire a ridurre le emissioni inquinanti. La sua struttura con pianale pieghevole occupa pochissimo spazio e ne rende facile il trasporto sui mezzi pubblici.

Un piccolo suggerimento

Al momento della scelta vanno considerati alcuni fattori fondamentali come la potenza (chi pesa di più dovrebbe orientarsi verso un modello di maggior potenza), l’autonomia della batteria e la velocità con cui si ricarica. Da valutare anche il peso: un monopattino leggero garantisce agilità nella guida e migliore trasportabilità in treno e in metrò.

Il tuo budget

Per acquistare un buon monopattino elettrico devi mettere a budget un costo variabile tra i 250 euro e gli 800 euro. Il prezzo varia in funzione di aspetti di carattere tecnico e commerciale. Chi si accontenta di batterie al piombo al posto di quelle al litio o di una struttura pesante fatta in acciaio anziché in leghe in alluminio più leggere e performanti, può trovare articoli anche sotto i 200 euro: bisogna però essere disposti ad ad avere dei tempi di ricarica più lunghi e una minore autonomia. Considera però che un prezzo troppo basso non è solo un fatto di scarsa qualità potrebbe essere anche un problema di sicurezza.
All’opposto si possono trovare monopattini con motore di maggiore potenza e velocità oltre il limite imposto che possono costare cifre esorbitanti anche intorno ai 2000 – 4000 euro. Però ha senso tutto ciò sapendo che le Circolari della Polizia stradale prevedono multe salatissime per chi utilizza mezzi di micromobilità elettrica con limiti di velocità che superano quelli imposti?

La nostra scelta

1. Speedrid Monopattino Elettrico Adulti

scelto perché ha una capacità di carico di 135 kg

monopattino e-scooter

È un monopattino elettrico per adulti con motore da 250W e una velocità limitata a 25 km/h. La sua batteria agli ioni litio da 24V 5,2 Ah offre un’autonomia di 15-18 km per carica. Consente il superamento di una pendenza massima di 15 gradi. Dispone di un sistema intelligente di gestione della batteria che evita surriscaldamento e garantisce maggiore durata.

Ha un sistema di frenata elettronico con antibloccaggio. Il display lcd e il cruise control assicurano un piacevole stile di guida. Il telaio in alluminio è robusto e resistente pesa 7,5 kg ed è in grado di sostenere un utente di 135 kg.

2. Xiaomi Mi Monopattino Elettrico Pro 2

scelto perché la batteria ha un’autonomia fino a 45 km

monopattino e-scooter

Questo monopattino elettrico con motore brushless potente e performante, dispone di un sistema Kers di recupero dell’energia in frenata che aumenta l’autonomia della batteria. È progettato con freni a disco sulle due ruote, posteriore da 120 mm, anteriore con sistema e abs auto rigenerativo per una migliore risposta nella guida del veicolo.

Si ferma in soli 4 metri e segnala l’arresto con un’apposita luce. Realizzato in alluminio aerospaziale ha una struttura robusta che pesa 14,2 kg e può sopportare un peso massimo di 100 kg. L’alta qualità delle batterie garantisce autonomia fino a 45 km.

Lo schermo led consente di tenere sotto controllo la velocità di crociera, l’autonomia e la modalità di guida. La velocità massima è limitata a 25 km/h. La struttura si chiude in soli 3 secondi. Dispone di connettività Bluetooth e viene fornito con lucchetto a combinazione a 5 cifre.

3. Kugoo G2 Pro E-Scooter Pieghevole

scelto perché ha un sistema di sospensione a molle antivibrazione

monopattino e-scooter

Il dispositivo è dotato di motore potenziato da 500 W: fornisce una potenza stabile e forte che gli consente di scalare strade ripide inclinate a 15°. Ha una batteria al litio ad alta capacità da 48V 13 Ah che incrementa l’autonomia e la velocità. L’autonomia può variare in base alle condizioni di guida, al peso di utente, alla velocità e ai terreni.

È presente un doppio freno (elettrico/a disco) sulla ruota anteriore e posteriore. Le sospensioni a molla non solo garantiscono un migliore comfort e una riduzione delle vibrazioni ma anche una maggiore durata. Le ruote da 10” impediscono lo scivolamento e favoriscono una guida stabile. I fari led bianchi anteriori e rossi posteriori aumentano la sicurezza nella guida notturna. Si piega facilmente e può stare nel bagagliaio dell’auto o in uno spazio ristretto. Supporta un peso di 120 kg.

4. Lexgo R9 Lite monopattino elettrico pieghevole

scelto perché ha un buon rapporto qualità prezzo

monopattino e-scooter

Il suo motore da 350 W garantisce una buona potenza: è veloce e scattante senza essere brusco e può modulare 3 diverse velocità. Ha una batteria al litio da 6 A, che sostiene una autonomia di 16 km in condizioni standard. Sono presenti freni a disco alle due ruote da 8,5”, con camera d’aria.

L’ampio display a led sul manubrio permette di tenere sotto controllo tutti i parametri di guida e autonomia. Ha una luce anteriore. La struttura robusta in acciaio al carbonio e plastiche ha un peso di 16 kg e garantisce una portata massima di 120 kg.

5. Monopattino elettrico Ducati Pro 2

scelto perché ha inclusa un’assicurazione AXA Assistance

monopattino e-scooter

Firmato Ducati, questo modello monta un motore brushless da 350W (peak power fino a 550W) che richiede una manutenzione minima e ha un bassissimo livello di usura. La batteria da 36V, 7.8 Ah permette di percorrere fino ad un massimo di 35 km (a 15 mh/h) con piena stabilità e comfort, grazie anche alla sospensione posteriore e alle ruote tubeless anti-foratura da 10”.

Monta un doppio freno (elettrico anteriore e a disco posteriore) e ha un ampio display lcd da 3.5’’ da cui monitorare e gestire tutte le impostazioni. Il telaio è in lega di magnesio, leggerissimo e molto resistente spesso utilizzato anche per alcune componenti delle moto Ducati. In un apposito vano integrato nel telaio stesso si trovano le sospensioni posteriori.

Si richiude in poche mosse grazie al meccanismo easy-folding. Pesa 12 kg e sostiene una persona di 100 kg. Viene fornito completo di assicurazione Tutela Famiglia, stipulata con uno dei primi player del mercato assicurativo: Axa Assistance.

6. Monopattino elettrico Ninebot ES2 by Segway

scelto perché si può integrare una batteria aggiuntiva

monopattino e-scooter

Costruito con una lega di alluminio resistente e leggera utilizzata nell’industria aerospaziale, ha una potenza di 300 W e può raggiungere i 25 km/h, con un’autonomia di 25 km. È progettato con una tecnologia di recupero energetico che prolunga le distanze percorribili. Il sistema di gestione intelligente della batteria (Smart-BMS) monitora attentamente le celle per garantirne la sicurezza e prolungarne la durata.

Caratterizzato da un display a led personalizzabile, coniuga moda e tecnologia, elevandole ai massimi livelli. Ha freno anteriore elettrico e freno posteriore meccanico azionato col piede. Le ruote piene sono da 20 cm. La seconda batteria aggiuntiva lo fa diventare un ES4, permette di aumentare la velocità di 5 km/h e di coprire una distanza fino a 45 km con un ciclo di ricarica completo.

7. Scooter elettrico Pharewo

scelto perché è adatto anche ai ragazzi

monopattino e-scooter

Robusto, elegante e pratico, ha un motore da 350 W e una batteria a lungo raggio da 28 km. Resistente all’usura, assorbe bene gli urti. Monta pneumatici in gomma antiurto da 8,5” che offrono guida fluida anche su superfici sconnesse. È dotato di un sistema di frenatura a disco e di un sistema di frenata antibloccaggio rigenerativo e abd per una distanza di frenata efficiente e reattiva di soli 4 m.

Il pannello di controllo ha 4 led che indicano la carica e il livello della batteria. Segnala anche la velocità, selezionabile fra tre modalità: fino a 10 km/h, fino a 15 km/h, fino a 25 km/h. Offre la possibilità di guidare in sicurezza anche di sera con il faro a led e la luce dei freni posteriore. Ha un peso di 12 kg ed è in grado di sostenere una persona di 120 kg.

Bonus mobilità per monopattini

Oggi i monopattini elettrici sono sempre più diffusi per il fatto che il Decreto Rilancio, approvato per far fronte all’emergenza Coronavirus, ha previsto un bonus mobilità, cioè un aiuto economico per incentivare l’uso della bicicletta e di altri sistemi di mobilità compatibili con un minore impatto ambientale. L’acquisto deve essere effettuato entro 31 dicembre 2020 (mentre il contributo può essere richiesto dal 4 novembre, dopo che il decreto attuativo del 14 agosto 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale).

Il bonus prevede un contributo del 60% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 500 euro. Però attenzione: ne possono beneficiare i residenti maggiorenni di capoluogo di regione o provincia, città metropolitana o comune con più di 50mila abitanti (alcune sono elencate nella sezione FAQ del sito del Ministero dell’Ambiente).

Chi non rientrasse tra i beneficiari, può sempre considerare l’opzione dell’acquisto trovando un mezzo idonee a buon mercato, a patto che sia omologato e risponda ai requisiti di sicurezza e del codice della strada.

Chi può guidare il monopattino elettrico?

La circolazione dei monopattini elettrici non è soggetta a particolari prescrizioni relative all’omologazione, approvazione, immatricolazione, targa, assicurazione. Per circolare su strada e per la sicurezza di chi guida, però, questi mezzi devono rispondere a specifiche caratteristiche e rispettare le regole della strada, come disposto dalle Circolari della Polizia Stradale.

Per il monopattino non è necessario avere la patente e basta avere compiuto i 14 anni. Si può usare sulle ciclabili (come prima scelta) o sulla carreggiata delle strade urbane (quelle con limite 50 km/h dove si può andare anche in bici). Può circolare anche nelle strade extraurbane, ma solo sulla ciclabile.

Devono avere potenza massima di 500 watt, non deve prevedere posto a sedere (va usato in piedi e non ci si può stare in due). Oltre al marchio CE, deve essere dotato di un campanello per le segnalazioni acustiche e avere limitatori di velocità che non consentano di superare i 25 km/h quando circolano sulla carreggiata delle strade e circolare nelle aree pedonali con limite di velocità di 6 Km/h salvo divieti.

Guida all’acquisto dei migliori monopattini elettrici

Se stai cercando un modo alternativo per spostarti, vale la pena considerare uno monopattino elettrico. I monopattini elettrici sono esplosi in popolarità perché sono facili da usare, ti portano velocemente in giro per la città e sono più compatti delle biciclette, il che li rende più semplice da riporre e persino da portare sui mezzi pubblici.

Sono stati dotati di motori elettrici e sistemi di batterie progettati per la velocità e la distanza. Molti dei modelli disponibili sul mercato sono ottimi per i pendolari che cercano un’opzione di trasporto verde. Per coloro che sono diffidenti oggi nel prendere i mezzi pubblici o un’auto condivisa, un monopattino elettrico è un’opzione praticabile.

Ci sono molte cose che devi sapere riguardo i monopattini elettrici ed evitare gli errori comuni prima di acquistare il migliore modello possibile per le tue esigenze. In questa sezione, ti informiamo sugli aspetti più importanti dei monopattini elettrici e sulle considerazioni di acquisto che devi fare per assicurarti di avere il monopattino elettrico che fa per te.

Velocità, accelerazione e potenza del motore

I motori dei monopattini elettrici si trovano nelle ruote. La maggior parte dei monopattini ne presenta uno nella ruota anteriore o posteriore, mentre i monopattini di fascia alta possono averne uno in ciascuna ruota per prestazioni migliori.

La prima specifica che le persone guardano quando scelgono i monopattini elettrici è spesso la velocità massima, anche se questa dovrebbe essere limitata a 25 km/h. La velocità con cui può andare con i monopattini elettrici è determinata da molti fattori, ma la potenza del motore è l’elemento essenziale dell’equazione.

I monopattini elettrici possono essere equipaggiati con uno o due motori. I modelli più economici molto spesso ne hanni solo uno, mentre i monopattini elettrici di fascia alta ne avranno due. I motori sono posti all’interno delle ruote e la loro potenza è generalmente misurata in watt.

La velocità media massima dei monopattini per adulti entry-level è solitamente di circa 25 km/h, mentre quelli più veloci possono andare a 80 km/h e oltre. Molti paesi – tra l’Italia – regolano la guida dei monopattini elettrici alla velocità massima di 25-30 km/h, quindi potrebbe non essere nemmeno l’ideale orientare l’acquisto a uno dei monopattini di fascia alta.

Un aspetto spesso trascurato è l’accelerazione. Questo determina la velocità con cui il tuo e-scooter aumenterà di velocità. Una buona accelerazione ti consentirà di salire facilmente i pendii. I sistemi a doppio motore di solito hanno un’accelerazione notevolmente migliore, ma su monopattini elettrici da pendolarismo leggeri, un motore può essere sufficiente.

Batteria e autonomia

L’autonomia è probabilmente l’aspetto più importante quando si seleziona un monopattino elettrico.Considera sempre quanto lo utilizzerai e quanto lontano vuoi viaggiare. Vuoi andare fino all’autobus? Vuoi fare lunghi spostamenti da e verso il lavoro o semplicemente vuoi qualcosa con cui divertirti nei fine settimana? L’autonomia è determinata principalmente dalla batteria. Tuttavia, anche variabili come il peso dell’utente, il peso del monopattino, il terreno e la velocità influiscono sull’autonomia.

La maggior parte delle batterie dei monopattini elettrici sono agli ioni di litio. Sono estremamente popolari nella micro mobilità perché sono leggere, compatte e richiedono poca manutenzione. La potenza della batteria è misurata in volt. Maggiore è la tensione, più corrente può fluire. La capacità della batteria (che è importante per l’autonomia) è misurata in Ah (ampere-ora). Più alto è, meglio è. Se una batteria ha una capacità di 6 Ah, significa che produce una corrente di 6 A che si scarica in un’ora. A volte i marchi di monopattini sovrastimano le loro statistiche, quindi è sempre bello poter confrontare i monopattini in base all’Ah.

Se la sicurezza è una priorità per te, assicurati che qualsiasi monopattino con batteria al litio sia certificato CE. Queste batterie sono più instabili di altri tipi. Una certificazione CE significa che la batteria è stata sottoposta a test rigorosi per garantire che non si surriscaldi o esploda. Alcuni monopattini elettrici hanno una batteria rimovibile, per una maggiore sicurezza.

Sospensioni

Se stai guidando su un terreno pianeggiante a 16 km/h, le sospensioni non sono così importanti, ma più vai veloce e più il terreno diventa impegnativo, più avrai bisogno di sospensioni effiienti. La fluidità della tua corsa è determinata direttamente dall’assorbimento degli urti che è in grado di fornire. Le sospensioni e le gomme influenzano l’assorbimento degli urti.

La sospensione a molle è comune nei monopattini elettrici, anche se è difficilmente presente nei modelli entry-level. Le molle collegano il veicolo alle sue ruote, consentendo il movimento relativo tra le due parti.

I modelli dotati di sospensioni a molla sono un po’ più costosi e richiedono un po’ più di manutenzione rispetto ad altri tipi di sospensioni. Se la velocità massima del tuo monopattino elettrico è superiore a 40 km/h, la sospensione a molla è sicuramente un must.

Pneumatici

Gli pneumatici per monopattini elettrici possono essere suddivisi in due categorie. Pneumatici pieni e pneumatici con camera d’aria (anche tubeless come le auto). Ogni tipo ha i suoi vantaggi, ma se sei un utente esigente si consiglia di scegliere quelli con camera d’aria.

Le gomme piene hanno il vantaggio di non bucarsi. Richiedono pochissima manutenzione e sono anche più economici. Gli pneumatici gonfiati ad aria hanno un vantaggio in quanto l’aria all’interno fornisce la sospensione e migliora la qualità di guida complessiva. Gli svantaggi sono che sono più costosi, rischi di forare e dovrai monitorare regolarmente la pressione dei tuoi pneumatici.

L’esperienza di guida complessiva è molto migliore quando si viaggia con pneumatici gonfiati ad aria che tutti questi inconvenienti sono ampiamente giustificati.

Struttura

Se la struttura non è di buona qualità, il monopattino non durerà molto a lungo. I monopattini sono fatti di materiali come legno, plastica, alluminio e acciaio. Molte aziende accompagnano il nome del materiale con parole come grado aeronautico, grado militare e così via e possono darti un’idea di quanto sia robusto il monopattino.

Un’altra caratteristica di progettazione o costruzione da considerare è il ponte, vale a dire dove metti i piedi. Molti utenti scoprono che il loro ponte è troppo stretto o non è troppo robusto, quindi non si sentono particolarmente a proprio agio. In generale, più è ampio, meglio è. I pianali sono spesso fatti di legno rivestiti da gomme antiscivolo e possono avere un grip simile a quello che vedi sugli skateboard.

Per avere davvero un’idea del ponte che funziona meglio per te, dovresti vedere di persona l’e-scooter che desideri prima di comprarlo e provare a salirci.

Schermo

Controlla se il monopattino che ti interessa ha un display per visualizzare dettagli come il controllo del livello della batteria, la velocità e informazioni sulla modalità di guida. Se vuoi davvero avere queste informazioni a portata di mano, in particolare il livello della batteria, assicurati che il monopattino abbia un display.

Sistema di frenata

Non dimenticare di controllare l’impianto frenante del monopattino che stai considerando. Potresti distrarti cercando di trovare la velocità o la gamma più accessoriata, ma frenare è altrettanto importante. Esistono due tipi di sistemi: fascia e disco.

I freni a fascia spesso bloccano le ruote, invece di rallentare gradualmente, il che può essere pericoloso se vai ad alta velocità. Tutti i tipi di freni a fascia hanno questo svantaggio, in particolare i freni a fascia anteriore poiché possono bloccare la gomma davanti. Rischi di volare oltre il manubrio se non hai i riflessi pronti.

Il miglior monopattino elettrico ha un sistema di freni a disco, o freni a V, sia sulla parte anteriore che su quella posteriore. Puoi averli con una sola leva del freno, ma non si fermano così rapidamente. Avere due freni ti dà molto più controllo. In genere si frena la ruota anteriore utilizzando un comando sul manubrio e si preme un piccolo pedale sul retro per fermare la ruota posteriore.

Peso e limiti di peso

Quanto pesa il tuo monopattino a batteria è importante perché ad un certo punto potresti doverlo portare in giro a mano. Guidarlo senza l’ausilio del motore sarà anche più difficile se il monopattino è molto pesante. Un monopattino pieghevole e leggero è ideale per i pendolari. Si piega e può essere trasportato sui mezzi pubblici o inseriti nel bagagliaio di un’auto.

In generale, più potenti sono il motore e la batteria, più pesante è il monopattino, quindi tienilo a mente se desideri un monopattini a batteria ad alte prestazioni. Il peso varia: troverai monopattini intorno a ai 9 kg fino a oltre 25 kg.

I monopattini elettrici possono sopportare invece una gamma di pesi del pilota, a seconda di come sono progettati. Un riferimento di 100 kg per utente è di solito abbastanza comune. I monopattini più pesanti possono sopportare oltre 120 kg e ci sono modelli con altissime prestazioni in grado di sostenere oltre. Più sei pesante, più energia utilizza il monopattino. Un peso massimo può ridurre la velocità e l’autonomia massima del monopattino, quindi tienilo a mente quando effettui una selezione.

Sicurezza

Per la sicurezza occorre tenere in conto che da mezz’ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell’oscurità, e di giorno se le condizioni atmosferiche richiedano l’illuminazione, c’è l’obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti. Inoltre per poter circolare in queste condizioni i monopattini devono essere equipaggiati con luci bianche o gialle anteriori e con luci rosse e catadiottri rossi posteriori per le segnalazioni visive. In mancanza di questi dispositivi non possono essere utilizzati, ma solamente condotti o trasportati a mano.

Il casco è obbligatorio solo per i minori fino ai 18 anni, ma considerando gli incidenti che coinvolgono i monopattini di cui sono piene le cronache, conviene che anche gli adulti portino il casco anche se non obbligatorio: del resto perché in bici sì e con il monopattino no?

 Qual è la durata di uno monopattini elettrico?

La durata di un monopattino elettrico varia a seconda della qualità costruttiva e di quanto lo usi. Mentre i monopattini motorizzati di livello base possono avere una durata media di 1 o 2 anni, i modelli più costosi dovrebbero durare 3-5 anni se li tratti bene.

Un monopattino elettrico può andare in salita?

Sì, i monopattini elettrici possono andare in salita. La pendenza che un monopattino riesce ad affrontare dipende dalla potenza del motore, dall’accelerazione e dal peso dell’utente. I sistemi a doppio motore di solito hanno un’accelerazione più rapida, quindi funzioneranno meglio su terreni collinari.

I monopattini elettrici sono sicuri?

Sì, purché si seguano i comuni consigli di sicurezza. Questi includono indossare un casco, tenere gli occhi sulla strada, avere un equipaggiamento di illuminazione adeguata con fari bianchi davanti e rossi con catadiottri rifrangenti dietro. Ricordati di indossare anche un giubbetto catarifrangente da mezzora dopo il tramonto in poi.

Che tipo di sospensioni sono migliori per i monopattini?

Come regola pratica, il monopattino elettrico dovrebbe sempre avere almeno un componente della sospensione. Se un monopattino non ha pneumatici ad aria né sospensioni a molla, ti consigliamo di non prenderlo in considerazione perché guidarlo sembrerà davvero duro e nervoso.
Per i monopattini elettrici con una velocità massima superiore ai 25 km/h o più, in realtà si consigliano entrambi. A queste velocità, i dossi sulla strada inizieranno a diventare più evidenti e quindi sono necessarie sospensioni più sostenute.