I 7 Migliori Irrigatori Automatici

Il miglior irrigatore automatico è un aiuto prezioso se hai un giardino o numerosi vasi da bagnare: si occupa infatti di erogare l’acqua al momento giusto senza che tu debba muovere un dito. Alcuni controller per irrigatori si regolano in modo autonomo in base alle condizioni meteorologiche e del suolo, facendo crescere piante rigogliose e riducendo il consumo idrico.

Un piccolo suggerimento

I vari dispositivi sul mercato offrono una serie funzionalità indispensabili, mentre altre sono solo degli extra. Valuta con attenzione le varie caratteristiche in base alle tue esigenze, per ottimizzare l’investimento. In ogni caso, ciascuno di questi prodotti può fare la differenza tra doversi svegliare alle 5 del mattino per innaffiare il prato o dormire beatamente.

Il tuo budget

La maggior parte degli irrigatori automatici proposti nella vendita online si posizionano in una fascia di prezzo che va da 25 euro a 35 euro.

La nostra scelta

1. Irrigatore automatico Claber 8428 Aquauno Video-2

scelto perché è facile da programmare

timer per bagnare il giardino

Questo dispositivo ha solo tre tasti per effettuare la programmazione, nella massima facilità. Il display di grande formato comunica chiaramente con simboli e numeri tutte le informazioni necessarie.

Si rivela ideale per chi vuole impostare fino a due programmi di irrigazione al giorno con la possibilità di scegliere la durata, l’orario di partenza e i giorni settimanali di attivazione.

2. Programmatore per l’irrigazione Altadex Aqua Control C4099O

scelto perché si può utilizzare anche con le mani bagnate

timer per bagnare il giardino

Realizzato con materiali robusti e duraturi, presenta un meccanismo interno a sfera per l’apertura e la chiusura dell’impianto irrigazione. Il coperchio del pannello fornisce la massima protezione dall’acqua, mentre il vano batterie impermeabile con guarnizione a doppio labbro impedisce le infiltrazioni idriche nel circuito interno.

I selettori ergonomici facilitano l’utilizzo e favoriscono la presa anche con le mani bagnate.

3. Computer per irrigazione Gardena Select

scelto perché offre una programmazione flessibile

timer per bagnare il giardino

Il computer funziona a batteria, viene collegato direttamente al rubinetto dell’acqua e può essere utilizzato facilmente mediante un interruttore rotante e a pressione per la selezione dei dati e la conferma. È possibile creare fino a tre programmi diversi e indipendenti.

Grazie al display lcd di facile e immediata lettura, le impostazioni sono visibili a colpo d’occhio. L’unità di comando resistente alle intemperie si può rimuovere.

4. Sistema di Irrigazione Automatico Tomight DIY

scelto perché è ideale per i vasi

timer per bagnare il giardino

Permette di irrigare in modo completamente automatico fino a un massimo di dieci piante in vaso. Il tempo può essere impostato da 1 ora a 60 giorni, con una quantità di acqua che va da 10 ml a 990 ml.

Ha un’ampio schermo lcd per visualizzare con facilità le impostazioni selezionate e mostra chiaramente il livello della batteria. Il set include 10 giunti a T, 3 giunti, 10 picchetti di irrigazione, 5 blocca tubi e tubo da 10 metri, che può essere tagliato in base alle specifiche esigenze.

5. Centralina per irrigazione Kazeila

scelta perché è impermeabile

timer per bagnare il giardino

Altamente personalizzabile, consente di impostare la durata dell’irrigazione da 1 secondo a 300 minuti, con un intervallo di irrigazione da 1 ora a 15 giorni. Lo schermo extra large HD da 3” rende tutto chiaro al primo sguardo e, nel caso non venga utilizzato per 30 secondi, si disattiva automaticamente per risparmiare energia.

Il dispositivo è impermeabile e ha un livello di protezione IP65, testato con una pressione dell’acqua di 10 kg.

6. Irrigatore con timer Bearbro

scelto perché ha un sensore pioggia molto sensibile

timer per bagnare il giardino

La durata dell’irrigazione può essere impostata fino a 100 min, con frequenza da 1 ora a 15 giorni e fino a 3 volte al giorno. Il grande display lcd da 40 x 80 mm lo rende interattivo e di facile lettura. Lo schermo si spegne automaticamente dopo 30 secondi senza premere alcun pulsante per prolungare la durata della batteria.

Ha un modulo sensore ad alta sensibilità che effettua il monitoraggio della pioggia in tempo reale e, in caso di perturbazioni, disattiva la valvola. Man mano che il sensore pioggia si asciuga gradualmente, il timer riprenderà a funzionare come programmato.

7. Sistema di irrigazione per vasi Claber 8063 Aqua-Magic System

scelto perché è alimentato con energia solare

timer per bagnare il giardino

Si tratta di un kit pronto all’uso per impianto indipendente a goccia. Include un programmatore dotato di pannello fotovoltaico e pompa integrata. Quest’ultima aspira l’acqua da un serbatoio e, dopo averla filtrata, la distribuisce a 20 gocciolatori posizionati su altrettanti vasi.

Si rivela la soluzione ideale per innaffiare automaticamente piante su più livelli, su terrazzi e negli spazi esterni sprovvisti di rubinetto e di allaciamento alla rete elettrica. È progettato con 54 programmi preimpostati.

Perché acquistare un irrigatore automatico?

Ci sono diversi motivi per cui un irrigatore automatico può essere la soluzione giusta per te, per il tuo giardino e per i tuoi vasi in terrazzo o sul balcone.

Evita lo spreco d’acqua

L’acqua è uno dei beni più preziosi offerti da Madre Natura. Anche se non sembra di sprecare molta acqua nell’irrigazione manuale, non è così. Portando in giro il tubo, stai riversando risorse preziose sul prato o lungo i vialetti in giardino. Un timer per tubo abbinato a un buon sistema di irrigazione a goccia può far in modo che si innaffi solo per il tempo necessario e che non venga sprecata neanche una goccia d’acqua.

Ti aiuta nei periodi di siccità

Nei momenti di siccità estivi, molti comuni mettono in atto dei regolamenti che consentono di innaffiare il giardino solo in alcuni giorni della settimana e a determinate ore. Se non sei a casa, il tuo irrigatore automatico provvederà in piena autonomia a rifornire di acqua le tue piante.

Ecosistemi diversi, esigenze idriche diverse

La maggior parte dei giardinieri non coltiva solo un tipo di pianta. In effetti, c’è uno spettro ampio e vario di vegetali nello spazio verde di ciascuno di noi e con ogni probabilità non tutti hanno bisogno dello stesso quantitativo di acqua.

L’utilizzo di un dispositivo con più uscite ti consente di impostare i timer per diversi programmi e diverse quantità di acqua. Piante grasse e pomodori riceveranno così un corretto apporto idrico, senza sprechi.

Sicurezza domestica

Quando ti prendi le meritate vacanze estive, non vuoi che il tuo prato diventi completamente secco. Installare un irrigatore da giardino è quindi indispensabile. Ma ha un vantaggio in più: può aiutare a scoraggiare i ladri.

Il maleintenzionato che fa un sopralluogo per verificare un quartiere, quando vede l’irrigatore attivo presume che ci sia qualcuno in casa e quindi passa oltre. Molte persone installano dei timer automatici sull’impianto elettrico per attivare le luci quando sono fuori casa: è una misura di sicurezza che si rivela efficace anche nel caso dell’impianto idrico. Potrebbe non essere stato progettato per essere parte di un sistema di sicurezza domestica, ma ha sicuramente i suoi vantaggi!

Facilità e semplicità

Gli irrigatori automatici rendono la vita incredibilmente facile, facendoti risparmiare molto tempo.

Se sei spesso fuori casa, il tuo dispositivo può eliminare la preoccupazione di trovare al tuo rientro un giardino desolato, secco e con una miriade di piante secche e di fiori appassiti. Anche se sei a casa, può essere davvero utile.

Come scegliere un irrigatore automatico

Sia che tu voglia acquistare un sistema di irrigazione digitale top di gamma o un semplice dispositivo economico collegato al tuo tubo da giardino, un irrigatore automatico ti potrà supportare in ogni operazione di approvvigionamento idrico, ottimizzando nello stesso tempo i consumi di acqua.

Ecco le principali funzionalità da prendere in considerazione al momento della scelta.

Zone di irrigazione

Hai un giardino molto grande? Nessun problema. È possibile scegliere un irrigatore automatico con più uscite per più tubi. Anche se un’uscita a valvola singola funzionerà perfettamente da sola, dovrai spostare il tubo da un luogo all’altro. Con un timer progettato per servire più zone, è possibile programmare l’ora in cui si desidera che fornisca acqua a ciascun tubo. Il tuo timer gestirà il resto.

Meccanico o digitale

I timer per tubi dell’acqua sono disponibili in due versioni: meccanica o digitale.

I timer meccanici per tubi flessibili non utilizzano batterie. Con questi dispositivi, ti avvicini al tubo, giri una manopola per impostarlo per tutto il tempo che desideri che l’acqua rimanga aperta e ti allontani. Inizierà immediatamente ad erogare acqua e interromperà il flusso quando sarà finito quel tempo.

I timer digitali hanno più impostazioni per le opzioni di irrigazione. Ad esempio, se sei in piena estate e le tue verdure hanno bisogno di acqua sia all’alba che al tramonto, un irrigatore automatico può fare tutto da solo, togliendoti ogni pensiero. Questi dispositivi in genere richiedono batterie, il che significa che dovrai sostituirle regolarmente. Facili da programmare, questi timer dell’acqua possono essere reimpostati in base ai diversi periodi dell’anno e per soddisfare diverse necessità di irrigazione.

Durata dell’irrigazione

A seconda delle esigenze del tuo giardino, puoi variare la durata dell’irrigazione. Con un dispositivo meccanico è molto semplice, basta ruotare la manopola e inizia il ciclo di irrigazione. Ma se hai un modello digitale a più uscite, è molto facile impostare un tubo per 30 minuti all’alba e un altro tubo per 50 minuti a metà giornata.

La maggior parte dei modelli meccanici raggiunge al massimo 120 minuti di irrigazione costante. I modelli digitali hanno un tempo ancora più lungo, il che è ideale se stai annaffiando viti o alberelli una o due volte a settimana invece che ogni giorno.

Ritardo per la pioggia

Si sono formate le nuvole e sta arrivando la pioggia. Non è un problema. Tutto quello che devi fare è dire al tuo timer di ritardare l’irrigazione per il tempo previsto. Con un modello meccanico è tutto molto facile, perché molto semplicemente… eviti di girare la manopola.

I modelli digitali invece possono richiedere diversi tipi di interventi in base alla loro specifica progettazione. Di solito è semplice come premere un pulsante di ritardo o inserire il numero di giorni in cui si desidera che l’acqua rimanga chiusa.

Costruzione robusta e impermeabile

Anche se può sembrare strano, alcuni modelli di irrigatori automatici di tipo economico non sono impermeabili. In caso di un modello meccanico non c’è alcun rischio di danneggiamento, mentre se si tratta di un apparecchio digitale l’ingresso dell’acqua potrebbe rovinare l’intera unità.

Assicurati che il pannello di controllo e la porta di accesso alla batteria siano completamente impermeabili. Valuta anche il materiale costruttivo dell’apparecchiatura: se è realizzata in plastica pesante o metallo resisterà meglio agli agenti atmosferici e agli schizzi d’acqua accidentali.

Irrigatori smart

Se vuoi che il tuo giardino utilizzi la tecnologia wireless per impostare i programmi di irrigazione ottimali, ci sono dispositivi che possono farlo per te. Con un tester wireless per l’umidità del suolo, un timer per tubi wireless e una stazione base per coordinare tutto, puoi lasciare che il tuo giardino diventi completamente automatico!

Per coloro che vogliono ancora mantenere il controllo sulla frequenza di irrigazione, c’è anche un’app per svolgere tutte le funzioni. Poniamo il caso che, mentre sei fuori casa, ti rendi conto che è il momento perfetto per dare un po’ d’acqua alla tua insalata. Puoi utilizzare l’app del telefono per attivare l’impianto di irrigazione da remoto e impostare il tempo di irrigazione, in modo che l’erogazione si interrompi a un’ora stabilita. Solo poche mosse e il gioco è fatto.