I 7 Migliori Integratori per Controllo Colesterolo

Se cerchi un modo tutto naturale per abbassare il colesterolo, puoi valutare l’offerta del miglior integratore per controllo colesterolo. Ci sono molti prodotti sul mercato che affermano di essere efficaci. E ogni anno sembra che si scopra un rimedio alternativo che si aggiunge a quelli già noti, come aglio, ginseng o riso con lievito rosso.

Un piccolo suggerimento

Il colesterolo alto è uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiache. Può anche aumentare il rischio di ictus. In particolare, alti livelli di colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL) aumentano il rischio di queste condizioni. Il colesterolo LDL è spesso chiamato colesterolo “cattivo”.

Se hai il colesterolo alto, il medico può prescrivere integratori per controllo del colesterolo o cambiamenti nello stile di vita. Ad esempio, perdere peso, aumentare l’attività fisica, mangiare cibi sani e smettere di fumare può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo.

Il tuo budget

Considerando che il controllo del colesterolo alto richiede un’assunzione regolare di integratori, è bene far attenzione non solo al prezzo della confezione, ma anche al numero di compresse che vi sono contenute. Un flacone da 30 pastiglie ha un prezzo che parte dai 10 euro fino d arrivare a 25 euro.

La nostra scelta

1. Matt Divisione Pharma Fitosteroli e Riso Rosso – Integratore per Controllo e Regolazione Colesterolo

scelto perché ha un buon rapporto qualità prezzo integratore colesterolo

I principi attivi contenuti nel riso rosso fermentato aiutano a mantenere nella norma i livelli del colesterolo e favoriscono il corretto smaltimento dei lipidi nel sangue al fine di proteggere il sistema cardiovascolare.

Il produttore consiglia l’assunzione di 2 compresse al giorno subito dopo il pasto principale con un bicchiere di acqua. L’utilizzo di questo integratore deve essere accompagnato ad uno stile di vita sano e da una dieta equilibrata.

2. Enerzona Omega 3 RX Enervit Integratore Alimentare per il Controllo del Colesterolo e Trigliceridi

scelto perché ha un’elevata percentuale di Omega 3

integratore colesterolo

È un concentrato di acidi grassi Omega 3 (EPA+DHA) derivati da olio di pesce, ottenuti per distillazione molecolare. Si rivela indicato in caso di ridotto apporto con l’alimentazione di tali acidi grassi.

Ottenuto per distillazione molecolare, presenta Omega-3 totali al 75% e EPA + DHA al 60%. Le capsule sono senza ritorno di gusto. La confezione contiene 240 compresse.

3. Armolipid Plus Integratore

scelto perché è a base di ingredienti naturali

 integratore colesterolo

Si tratta di un integratore alimentare a base di sostanze naturali che controlla i livelli plasmatici di omocisteina, riducendo il rischio cardiovascolare.

Gli ingredienti per una compressa sono i seguenti: policosanolo 10 mg, lievito rosso pari a monacolina 200 mg 3 mg, berberina 500 mg, acido folico 0,2 mg coenziama Q10 2,0 mg, astaxantina 0,5 mg. È un prodotto italiano. In ogni confezione sono contenute 60 compresse.

4. Line@ Riso Rosso Plus K 10

scelto perché è un trattamento per due mesi

integratore colesterolo

Contribuisce a mantenere il fisiologico metabolismo del colesterolo. La dose di lovastatina apportata con il riso rosso fermentato sufficiente a ridurre sensibilmente la colestrolemia è di 10 mg al giorno, corrispondente a 667 mg di estratto secco titolato al 1,5%.

L’effetto benefico si ottiene con l’assunzione giornaliera di 10 mg di monacolina K da preparazioni di riso rosso fermentato. È un integratore alimentare 100% naturale notificato al Ministero della Salute Italiano.

5. Vitarmonyl Colesterstop

scelto perché può favorire la funzionalità dell’apparato cardiovascolare

 integratore colesterolo

Sviluppato per mantenere sotto controllo il colesterolo, ha come ingrediente principale il riso rosso fermentato ricco di Monacolina k che contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo.

I suoi altri ingredienti includono l’estratto di semi d’uva, contenente Resveratrolo, che può risultare utile per favorire la regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare.

6. Esi Normolip 5

scelto perché è in confezione risparmio

integratore colesterolo

È un integratore alimentare a base di riso rosso fermentato (da monascus purpureus), cromo, gamma orizanolo, coenzima Q10 e policosanoli in grado di agire positivamente sul livello di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue, riducendolo ed evitando l’insorgere di gravi patologie cardiache e cardiovascolari.

Contiene monacolina k, una statina naturale utile in caso di elevati livelli di colesterolo. La confezione contiene 60 capsule.

7. Solgar Fito-Colestrinol Integratore Alimentare per il Colesterolo

scelto perché le compresse in gel sono facili da deglutire

integratore colesterolo

Utile alle persone che intendono ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Il prodotto è a base di fitosteroli estratti da soia che intervengono nella riduzione del colesterolo LDL nel sangue riducendo l’assorbimento del colesterolo alimentare e favorendo l’escrezione del colesterolo, da parte del fegato, attraverso la bile. Ogni confezione include 100 perle, facilmente deglutibili.

A cosa serve il colesterolo?

Il colesterolo viene prodotto nel fegato e ha molte funzioni importanti. Ad esempio, aiuta a mantenere flessibili le pareti delle cellule ed è necessario per produrre diversi ormoni. Tuttavia, come qualsiasi cosa nel corpo, troppo colesterolo o colesterolo nei posti sbagliati crea problemi.

Come il grasso, il colesterolo non si dissolve in acqua. Invece, la sua circolazione all’interno del corpo dipende da molecole chiamate lipoproteine, che trasportano colesterolo, grassi e vitamine liposolubili nel sangue.

Diversi tipi di lipoproteine ​​hanno effetti diversi sulla salute. Ad esempio, alti livelli di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) provocano depositi di colesterolo nelle pareti dei vasi sanguigni, che possono causare ostruzioni delle arterie, ictus, infarti e insufficienza renale.

Al contrario, la lipoproteina ad alta densità (HDL) aiuta a trasportare il colesterolo lontano dalle pareti dei vasi e aiuta a prevenire queste malattie.

Dieta e colesterolo

Il fegato produce tanto colesterolo quanto ne ha bisogno il corpo. Avvolge il colesterolo con il grasso in lipoproteine ​​a bassissima densità (VLDL). Mentre il VLDL trasporta il grasso alle cellule di tutto il corpo, si trasforma in LDL più denso, o lipoproteina a bassa densità, che trasporta il colesterolo ovunque sia necessario.

Il fegato rilascia anche lipoproteine ​​ad alta densità (HDL), che portano il colesterolo inutilizzato al fegato. Questo processo si chiama trasporto inverso del colesterolo e protegge dalle arterie ostruite e da altri tipi di malattie cardiache.

Alcune lipoproteine, in particolare LDL e VLDL, sono soggette a danni da radicali liberi in un processo chiamato ossidazione. LDL e VLDL ossidati sono ancora più dannosi per la salute del cuore.

Anche se le aziende alimentari spesso pubblicizzino prodotti a basso contenuto di colesterolo, il colesterolo negli alimenti in realtà ha solo una piccola influenza sulla quantità di colesterolo nel corpo. Questo perché il fegato cambia la quantità di colesterolo che produce a seconda di quanto mangi. Quando il tuo corpo assorbe più colesterolo dalla tua dieta, ne viene prodotto meno nel fegato.

6 suggerimenti per controllare il colesterolo

Mentre il colesterolo alimentare ha scarsa influenza sui livelli di colesterolo nel sangue, altri alimenti nella dieta possono peggiorarli, così come la storia familiare, il fumo e uno stile di vita sedentario.

Allo stesso modo, molte altre scelte di stile di vita possono aiutare ad aumentare l’HDL benefico e diminuire il LDL dannoso. Di seguito sono 10 modi naturali per migliorare i livelli di colesterolo.

1. Concentrati sui grassi monoinsaturi

A differenza dei grassi saturi, i grassi insaturi hanno almeno un doppio legame chimico che cambia il modo in cui vengono utilizzati nel corpo. I grassi monoinsaturi hanno solo un doppio legame.

Sebbene alcuni raccomandino una dieta a basso contenuto di grassi per la perdita di peso, uno studio su 10 uomini ha scoperto che una dieta a basso contenuto di grassi di 6 settimane ha ridotto i livelli di LDL dannoso, ma ha anche ridotto l’HDL benefico. Al contrario, una dieta ricca di grassi monoinsaturi ha ridotto il LDL dannoso, ma ha anche favorito livelli più elevati di HDL sano.

Alcune fonti di grassi monoinsaturi includono olive e olio di oliva, noci mandorle, noci pecan, nocciole e anacardi, avocado.

2. Usa grassi polinsaturi, specialmente Omega-3

I grassi polinsaturi hanno doppi legami multipli che li fanno comportare in modo diverso nel corpo rispetto ai grassi saturi. La ricerca mostra che i grassi polinsaturi riducono il colesterolo cattivo LDL e diminuiscono il rischio di malattie cardiache.

I grassi polinsaturi sembrano anche ridurre il rischio di sindrome metabolica e diabete di tipo 2. Si trovano in grandi quantità in pesci grassi come il salmone, lo sgombro, l’aringa e il tonno marino profondo come il tonno rosso o l’albacore e, in misura minore, nei crostacei, compresi i gamberi. Altre fonti di omega-3 includono semi e noci, ma non arachidi.

3. Evita i grassi trans

I grassi trans sono grassi insaturi che sono stati modificati da un processo chiamato idrogenazione. Questo viene fatto per rendere i grassi insaturi negli oli vegetali più stabili come ingrediente. Molte margarine sono fatte di oli parzialmente idrogenati.

I grassi trans risultanti non sono completamente saturi, ma sono solidi a temperatura ambiente. Questo è il motivo per cui le aziende alimentari hanno utilizzato grassi trans in prodotti come creme spalmabili, pasticcini e biscotti: forniscono più consistenza degli olii insaturi e liquidi.

Sfortunatamente, i grassi trans parzialmente idrogenati sono gestiti in modo diverso nel corpo rispetto ad altri grassi e non in modo positivo. I grassi trans aumentano il colesterolo totale e l’LDL, ma diminuiscono l’HDL benefico fino al 20%.

Leggi sempre gli ingredienti in etichetta. Se un prodotto contiene olio “parzialmente idrogenato”, ha grassi trans e dovrebbe essere evitato.

4. Consuma la fibra solubile

La fibra solubile è un gruppo di composti diversi nelle piante che si dissolvono in acqua e che l’uomo non può digerire. Tuttavia, i batteri benefici che vivono nell’intestino possono digerire la fibra solubile. In realtà, lo richiedono per la propria alimentazione. Questi batteri buoni, chiamati anche probiotici, riducono entrambi i tipi dannosi di lipoproteine, LDL e VLDL.

Alcune delle migliori fonti di fibra solubile includono fagioli, piselli e lenticchie, frutta, avena e cereali integrali.

5. Fai esercizio

L’esercizio fisico è vantaggioso per la salute del cuore. Non solo migliora la forma fisica e aiuta a combattere l’obesità, ma riduce anche l’LDL dannose e aumenta l’HDL benefico.
I risultati di studio americano hanno evidenziato che dodici settimane di esercizio aerobico combinato a prove di resistenza hanno ridotto l’LDL ossidato particolarmente dannoso in 20 donne in sovrappeso.

Sulla base di una revisione di 13 studi, 30 minuti di attività cinque giorni alla settimana sono sufficienti per migliorare il colesterolo e ridurre il rischio di malattie cardiache.

6. Non fumare

Il fumo aumenta il rischio di malattie cardiache in diversi modi. Uno di questi è cambiando il modo in cui il corpo gestisce il colesterolo.

Le cellule immunitarie nei fumatori non sono in grado di restituire il colesterolo dalle pareti dei vasi sanguigni al trasporto per il fegato. Questo danno è legato al catrame di tabacco, piuttosto che alla nicotina. Le cellule immunitarie disfunzionali possono contribuire allo sviluppo più rapido delle arterie ostruite nei fumatori.

Fortunatamente, smettere di fumare può invertire questi effetti dannosi.