I 7 Migliori Elettrostimolatori Addominali

Il miglior elettrostimolatore è un rivoluzionario apparecchio che consente di modellare i muscoli attraverso micro-scariche di alta precisione. Si tratta di una tecnologia specificamente testata che, grazie all’utilizzo di appositi pad di gel consente di agire dove serve. Addominali scolpiti garantiti!

Un piccolo suggerimento

I pad di gel sono molto sottili. Li puoi quindi indossare sotto i vestiti per allenare i muscoli in qualsiasi momento e ovunque ti trovi, persino mentre stai lavorando.

Il tuo budget

Anche se si tratta di una tecnologia recente, nella vendita online di Amzon trovi una gamma completa di questi dispositivi, di marca nota e meno nota. La fascia di prezzo parte dai 25 euro circa per un modello di base, che comunque ti consente di ottenere buoni risultati. Se punti al top, metti a budget almeno 60 euro e avrai a disposizione anche una dotazione completa di accessori.

La nostra scelta

1. Elettrostimolatore addominali Baige

scelto perché si può controllare con lo smartphone

Elettrostimolatore

Invia i segnali direttamente ai muscoli e ne promuove il movimento, simulando un esercizio muscolare reale. Non si deve far altro che applicare i cuscinetti nell punto desiderato e lasciar esercitare i muscoli. Ha una ricarica usb che può offrire più potenza stabile e a lunga durata.

Dotato di un telecomando, può essere utilizzato ovunque. È progettato per l’allenamento di addominali, braccia, gambe, anche, vita con sessioni di 12 minuti alla volta, con un risultato paragonabile a 30 minuti nuoto. Si rivela particolarmente efficace sui fianchi e consente di migliorare la linea dell’anca, mantenendo la curva naturale del corpo.

2. Cintura addominale ABFlex 

scelto perché agisce efficacemente sui fianchi

cintura addominale

Questa cintura per addominali stimola i tuoi muscoli con potenti impulsi elettrici che fanno contrarre automaticamente e tonificano gli addominali, proprio come se avessi svolto una sessione di allenamento.Gli impulsi elettrici stimolano i nervi nella zona addominale, forzandoli a contrarsi e a rilassarsi. Ci sono 10 livelli per scolpire l’addome e 99 livelli di intensità che possono essere controllati tramite il regolatore portatile, facile da usare. Non ha cuscinetti: è una cintura medicale, confortevole, che si adatta perfettamente alla zona addominale. È stata programmata in modo da offrire la situazione ideale di allenamento, in base al feedback da parte di fisiologi specializzati nell’esercizio fisico.

3. Elettrostimolatore per addominali e glutei Tesmed Max 830

scelto perché favorisce il drenaggio e la microcircolazione

elettrostimolatore

È un elettrostimolatore muscolare professionale con batteria già installata. I suoi programmi studiati per garantire i migliori risultati: addominali, glutei, tonificazione, potenziamento muscolare, allenamento, recupero, massaggi schiena, area cervicale, spalle, Il sistema waims system effettua stimolazioni sequenziali dal basso verso l’alto, ideali per il drenaggio e la microcircolazione.

Sono disponibili 20 programmi impostabili per frequenza, intensità e durata e 79 preimpostati multifase con stimolazioni differenti. Garantisce la massima potenza con 99 livelli di intensità. Viene fornito con un manuale a colori con l’indicazione di 220 trattamenti e 79 foto per il posizionamento degli elettrodi.

4. Elettrostimolatore ricaricabile per addominali iThrough

scelto perché ha un buon rapporto qualità prezzo

elettrostimolatore

Questo modello è dotato di un controller aggiornato con batteria integrata da 200mAh che permette di effettuare la ricarica in qualsiasi momento. Lo schermo lcd mostra la modalità e il livello di intensità selezionati. Il dispositivo si adatta alle curve naturali della vita e dell’addome.

Tonifica le due parti contemporaneamente, fornendo un rapido allenamento muscolare. È dotato di 6 programmi che offrono diverse frequenze e modalità d’impulso per le varie parti del corpo. Ogni programma ha 9 livelli di intensità per soddisfare ogni esigenza di modellamento muscolare. Basta applicare lo stimolatore muscolare su addome, vita, braccia, spalle, spalle, schiena, cosce, polpacci o glutei e quindi attivarlo. Ogni sessione ha una durata di 12 minuti.

5. Fascia Elettrostimolatore per addominali Veofit

scelto perché gli elettrodi sono integrati nella fascia

elettrostimolatore

Si tratta di una cintura elettrostimolatore specifica per rassodare l’addome, snellire le cosce, tonificare le braccia e i glutei. Favorisce il drenaggio e la circolazione per ottenere un ventre piatto e glutei sodi. Ideale per perdere peso rapidamente e senza sforzo, può essere utilizzato per il riscaldamento o il recupero muscolare e i massaggi.

Ha 10 programmi di allenamento con 40 livelli di intensità e frequenza, studiati per garantire i migliori risultati e seguire al meglio i progressi. È progettato con due canali per l’uso simultaneo su addominali, braccia o cosce. Gli elettrodi sono integrati nella cintura e non richiedono cambio: si rivela così durevole e senza costi operativi aggiuntivi.

6. Elettrostimolatore muscolare Shengmi

scelto perché è comodo da utilizzare

elettrostimolatore


Il dispositivo è studiato per fornire 6 modalità e 9 intensità, rivelandosi indicato sia per i principianti che per i professionisti. 23 minuti di utilizzo al giorno equivalgono a 40 minuti di sit-up, risparmiando tempo ed energia per il bodybuilding.

Si ricarica via usb, eliminando le sostituzioni infinite della batteria; offre fino a 2 ore di lavoro con una carica completa. Grazie al suo design leggero e compatto, è facilmente trasportabile e consente di allenarsi sempre e ovunque. In dotazione viene fornita una borsa per portarlo sempre con sé.

7. Elettrostimolatore muscolare Shengmi

scelto perché è specifico per i glutei

elettrostimolatore

Trasmette la stimolazione elettrica alla pelle agendo sui muscoli e simula così un massaggio reale. Tutto quello che devi fare è posizionare i cuscinetti sul tuo corpo e lasciarli lavorare. Rilascia la pressione e solleva il muscolo dell’anca, aiutando a stringere e modellare la zona mantenendo la curva naturale del corpo. È particolarmente efficace sui glutei. Offre 6 modalità di simulazione e 10 livelli di Intensità. Si ricarica via usb.

Come funzionano gli stimolatori muscolari elettrici?

Noti anche come EMS, gli elettrostimolatori funzionano secondo un principio molto semplice ma efficace: utilizzano impulsi elettrici provenienti dai loro cuscinetti per contrarre forzatamente i muscoli. Questo può avere diversi scopi:

  • aiuta a costruire la forza muscolare
  • accelera il recupero muscolare dopo un incidente
  • migliora il tuo regime generale di esercizio
  • allevia il dolore

A seconda delle impostazioni di intensità e delle funzioni specifiche, i dispositivi EMS possono essere più o meno efficaci per alcuni di questi scopi. Inoltre, alcuni apparecchi possono anche funzionare come macchine Tens che hanno lo scopo di stimolare le terminazioni nervose per alleviare il dolore.

I dispositivi EMS aiutano a perdere peso?

L’elettrostimolazione può essere utilizzata per accompagnare e migliorare la tua routine di esercizi. In questo modo, un EMS può aiutarti indirettamente a perdere peso. Tuttavia, un’unità di questo tipo non ha alcun impatto diretto sulla tua massa grassa. In poche parole, un’unità EMS non sostituisce uno stile di vita sano e routine di esercizi intensivi.
Invece, è solo un’aggiunta molto buona ed efficace a un regime fitness.

L’elettorstimolatore aiuta nella costruzione muscolare?

Per molte persone, questo è l’utilizzo principale di un dispositivo EMS. La costruzione muscolare è molto utile in fisioterapia quando il paziente ha subito un incidente o di un intervento chirurgico. Poiché non prevede la somministrazione di sostanze chimiche e farmaceutiche e ha effetti collaterali minimi o nulli, rappresenta un’ottima aggiunta a qualsiasi piano di esercizio generale.

Naturalmente, uno stimolatore muscolare elettrico ti aiuterà solo a costruire massa muscolare ma non lo farà per te. Dovrai comunque esercitarti intensamente e seguire un regime fisico di qualità se ti aspetti di vedere effetti positivi significativi. Un’unità EMS avrà, tuttavia, un notevole effetto sull’intero processo.

Elettrostimolazione per il mal di schiena?

Le contrazioni muscolari e la stimolazione di un’unità EMS non sono pensate per alleviare tutti i tipi di dolore. Tuttavia, aiutandoti ad aumentare la massa muscolare, possono alleviare il dolore derivante dall’atrofia muscolare. I buoni stimolatori muscolari elettrici spesso dispongono anche di programmi Tens nelle loro funzioni. Tali programmi aiutano a stimolare le terminazioni nervose nella schiena, nelle ginocchia o in altre aree spesso problematiche e, quindi, contribuiscono ad alleviare il dolore.

Se stai pensando di acquistare un’unità EMS per il mal di schiena, in particolare, tieni presente che dovresti scegliere con cura un dispositivo che abbia le funzioni e i programmi precisi per la tua condizione.

Non commettere errori: usa solo marchi di fiducia quando si tratta della tua salute! È importante che il dispositivo abbia un’intensità variabile della stimolazione elettrica e il tempo di trattamento ottimale. Dato che userai l’unità regolarmente, i modelli ricaricabili hanno un vantaggio rispetto a quelli a batteria.

La stimolazione muscolare elettrica funziona?

Negli anni ’80 sono stati lanciati sul mercato i primi stimolatori muscolari portatili, vere e proprie cinture miracolose che promettevano di sviluppare addominali e bicipiti pompati senza stress. Bastava mettersi comodi sul divano e guardare la tv mentre il dispositivo lavorava e faceva crescere i muscoli. Ben presto, però, le autorità sono intervenute e hanno fatto ritirare questi dispositivi. Sono stati banditi anche gli annunci che promuovevano proprietà inesistenti di quei dispositivi.

Al giorno d’oggi, gli elettrostimolatori vengono venduti sia per scopi medici che atletici. Sono consigliati per il recupero e il rafforzamento del tessuto muscolare, per il supporto durante allenamenti intensi, per il miglioramento del flusso sanguigno, nonché per il trattamento di alcune malattie muscolo-scheletriche. Alcuni esperti evidenziano il fatto che combinando l’allenamento con un dispositivo di questo tipo si ottiene una crescita muscolare sinergica. Questa ipotesi non è stata né provata al 100% né confutata.

Esistono numerosi studi che hanno dimostrato l’efficacia dell’elettrostimolatore per migliorare la forza e la capacità di salto degli sportivi. I test condotti con la partecipazione di giocatori di rugby hanno mostrato miglioramenti non solo nella forza ma anche nella potenza. Uno studio su gruppi di giocatori di tennis e di calcio ha indicato un impatto positivo del trattamento anche sulle prestazioni degli atleti.

Gli stimolatori muscolari elettrici aiutano a far crescere i muscoli?

Come accennato in precedenza, diversi studi hanno dimostrato che, se utilizzata in combinazione con l’allenamento, un’unità di elettrostimolazione EMS può aiutare gli sportivi a diventare più forti e più veloci. Altri studi indicano che ci sono risultati differentiu a seconda che una macchina EMS sia stata utilizzata per un breve periodo di tempo (meno di 3 settimane) o per un periodo di tempo più lungo (circa 12 settimane). Ciò significa che la tecnica ha un effetto cumulativo o, in altre parole, più usi il dispositivo migliore è il risultato.

Le macchine EMS sportive ultra costose vengono utilizzate per allenare i migliori atleti del mondo. Forse questi gadget tonificano anche i muscoli. Tuttavia, nessun prodotto del mercato di massa ha ancora dimostrato la sua capacità di far crescere davvero i bicipiti e i tricipiti degli utenti.

Quali sono le applicazioni degli elettrostimolatori?

Oggi, gli stimolatori muscolari elettronici hanno una varietà di applicazioni a beneficio della nostra salute e del livello di forma fisica generale. Sia che tu stia cercando di attivare la crescita muscolare, alleviare il dolore o recuperare dopo un’intensa sessione di allenamento, l’EMS può essere uno strumento utile.

Rieducazione muscolare

Gli stimolatori muscolari possono essere utilizzati per la rieducazione muscolare nei pazienti che hanno subito un infortunio. Li aiuta a rafforzare i muscoli gravemente indeboliti prima di iniziare con i metodi tradizionali di terapia fisica. L’EMS forza le contrazioni muscolari secondo schemi coordinati per rafforzare il legame cognitivo tra cervello e movimenti.

Attività fitness

Il modo più efficace per utilizzare uno stimolatore muscolare elettronico per aumentare la forza è in combinazione con una routine di fitness tradizionale. Per favorire il massimo sviluppo muscolare e della forza, il miglior uso di un’unità EMS è come una seconda sessione di allenamento della forza nello stesso giorno in cui esegui un allenamento in palestra tradizionale su quel muscolo.

Ciò completerà la tua precedente sessione di allenamento e ne aumenterà gli effetti. Non dovresti farli uno dopo l’altro, ma piuttosto dare ai tuoi muscoli un periodo di riposo di almeno quattro ore tra le sessioni. È anche utile utilizzare la stimolazione muscolare elettronica su tutti i muscoli primari e ausiliari utilizzati durante l’allenamento.

Riscaldamento

Quando si utilizza l’unità EMS, è necessario eseguire da 6 a 10 secondi di contrazioni intense e continue seguite da 50 secondi di pulsazioni meno potenti per il recupero. Puoi ripetere questo per 10 round su ogni muscolo che vuoi allenare. Come con qualsiasi tipo di routine di allenamento, si consiglia di riscaldarsi prima di iniziare, per ridurre la possibilità di lesioni, crampi e dolori muscolari. È anche possibile utilizzare la stimolazione muscolare elettronica per effettuare il riscaldamento utilizzando un’impostazione a bassa intensità con un approccio di un secondo acceso / un secondo spento.

Quando è nata la stimolazione muscolare?

La stimolazione muscolare risale a molto più lontano di quanto la maggior parte delle persone potrebbe pensare. In effetti, si parla di migliaia di anni prima dell’invenzione dell’elettricità. Già nel 2500 a. C. gli antichi Egizi usavano i pesci elettrofori (in grado cioè di generare in modo autonomo dei campi elettrici) per trattare il dolore tramite la stimolazione muscolare. Questa pratica è continuata con i Greci e i Romani.

Esperimenti nel Settecento

Molto più tardi nel XVIII secolo, il fisico e filosofo italiano Luigi Galvani ha scoperto che il passaggio di correnti elettriche attraverso il midollo spinale di una rana provocava contrazioni muscolari. Mentre è risaputo oggi che il cervello crea impulsi elettrici che vengono trasferiti ai muscoli per creare il movimento muscolare, questa è stata una scoperta radicale all’epoca e ha stimolato la sperimentazione continua da parte di molte università.

Le conquiste del Novecento

Nel 1965, un articolo pubblicato dai ricercatori Ronald Melzack e Patrick Wall intitolato “Meccanismo del dolore: una nuova teoria” ha esaminato l’uso dell’elettricità come mezzo di terapia per il dolore. Questo documento, frutto di anni di studi, ha rivelato che c’erano davvero molti vantaggi e una varietà di usi per la stimolazione elettrica.

Non molto tempo dopo, nel 1971, l’elettrostimolatore ha fatto la sua prima apparizione nelle applicazioni sportive con esperimenti noti come correnti russe. Gli atleti sovietici sono stati sottoposti a livelli alti di scarica elettrica e si è scoperto che questo produceva affaticamento muscolare simile a quello osservato dopo allenamenti intensi. Infine, alla fine degli anni ’90, la stimolazione muscolare elettronica nei trattamenti domiciliari ha iniziato a guadagnare popolarità con l’uso di fasce indossabili sulle varie parti del corpo.