I 7 Migliori Compressori d’Aria Portatili

Le gomme dell’auto sgonfie o eccessivamente gonfie possono causare un mare di problemi. Non solo ti fanno consumare più carburante, ma si usurano in modo irregolare. Ecco perché il miglior compressore d’aria portatile è un piccolo investimento che vale la pena affrontare: con la giusta pressione i tuoi pneumatici dureranno molto di più, facendoti risparmiare nel lungo periodo.

Un piccolo suggerimento

Un compressore d’aria portatile non intaccherà il tuo conto in banca ma si rivelerà un prezioso compagno di viaggi. Un dispositivo di questo tipo insieme a una torcia a led, un manometro per pneumatici, un dispositivo di avviamento portatile e un kit di pronto soccorso ti consentirà di affrontare con mente serena la maggior parte delle emergenze che si possono verificare lungo la strada.

Il tuo budget

Come già accennato, un compressore portatile ha un costo piuttosto contenuto, che si aggira intorno ai 30 euro35 euro.

Se cerchi un modello potente e versatile, metti a budget almeno 60 euro. Questi dispositivi sono generalmente completi di luce led per lavorare anche al buio e di un’ampia gamma di adattatori che ti consentono di gonfiare non solo pneumatici, ma anche biciclette, palloni e ogni tipo di accessorio per il mare.

La nostra scelta

1. Stanley Compressore d’aria

scelto perché è ideale per i lavoretti domestici

compressore per pneumatici


Molto leggero e compatto, è a soluzione ideale per i piccoli lavori domestici. Ha una potenza di 1,5 Hp e non necessita di olio. Viene fornito completo di numerosi accessori: pistola di gonfiaggio, kit 3 aghi di gonfiaggio per palloni, biciclette e materassini, ugello di soffiaggio e tubo in gomma 3 metri.

L’ampia tasca porta accessori anteriore consente di avere sempre tutto a portata di mano. Si trasporta con facilità grazie alla maniglia incorporata nella plastica. Molto pratico il vano dove riporre il cavo della corrente.

2. Compressore aria auto Oasser P6

scelto perché si disattiva da solo quando raggiunge la pressione corretta

compressore per pneumatici


Semplice da usare, basta collegarlo alla presa di corrente da 12 Volt in auto e attaccare il tubo flessibile allo pneumatico che si desidera gonfiare. Quando la pressione prevista è raggiunta, il dispositivo smette di funzionare automaticamente, quindi non si corre il rischio di gonfiare eccessivamente gli pneumatici.

Grazie ai numerosi accessori forniti in dotazione può essere utilizzato an che per gonfiare bici, palloni, moto, berline e SUV di medie dimensioni.

Il manometro digitale LCD permette di controllare la pressione della ruota. È possibile leggere facilmente i dati sullo schermo LCD. Si può scegliere il valore unitario tra psi, bar, kpa e kg/cm². La potente luce led lo rende adatto anche per l’utilizzo notturno.

3. Compressore aria elettrico portatile Xiaomi

scelto perché è semplice da utilizzare

compressore per pneumatici
È un compressore molto facile da utilizzare: basta preimpostare il tipo di veicolo o oggetto da pompare (bicicletta, auto, moto, pallone), impostare il livello di pressione richiesto e premere il pulsante di attivazione. Una volta raggiunto il livello selezionato, si ferma automaticamente.

Il display digitale viene utilizzato per selezionare le impostazioni predefinite e visualizzare la progressione del gonfiaggio. Si può pressurizzare a 150 psi, per rispondere alla pressione di gonfiaggio richiesta dalla maggior parte degli pneumatici e anche delle auto da corsa professionali.

4. Compressore ad aria Amazon Basics

scelto perché ha un buon rapporto qualità prezzo

compressore per pneumatici


È adatto a pneumatici che hanno una pressione massima nominale di 10.34 bar, rivelandosi così ideale per gonfiare pneumatici di tutti i tipi, da scooter e moto a auto, camion e SUV. La dotazione include due punte in gomma e un ago a sfera, per l’utilizzo anche con palloni da basket, palloni da calcio, gommoni e materassini, materassi ad aria e altro ancora.

Funziona in maniera efficiente con 0,022 metri cubi al minuto di flusso libero a 0 bar. È dotato di un manometro digitale per una visualizzazione immediata della pressione e la sua luce a led integrata offre un’illuminazione efficiente quando si lavora in condizioni di luce scarsa o al buio. Si ripone nella sua borsa e trova facilmente posto nel box o in auto.

5. Compressore portatile Black+Decker BDCINF18N-QS

scelto perché ha anche la funzione di sgonfiaggio

compressore per pneumatici


Potente, leggero e facilmente trasportabile grazie alla sua pratica maniglia in gomma, può essere alimentato in tre modi: a filo con spina 12V (accendisigari dell’auto), a filo con spina 230V e/o con batteria 18 V al litio (non inclusa). Si rivela ideale per gonfiare ad elevata pressione (ad esempio le ruote di auto e bici) o ad elevato volume e bassa pressione (come i materassini e i canotti).

Molto pratica la funzione di sgonfiaggio di accessori di grandi dimensioni. Il quadrante digitale permette di ottenere la massima precisione di gonfiaggio. Ha un sistema di autospegnimento al raggiungimento della pressione richiesta. È dotato di un vano porta-accessori e di un vano porta cavo integrato per riporre ordinatamente i cavi di alimentazione e gli adattatori in dotazione.

6. Rovtop Compressore Portatile per Auto

scelto perché è veloce e potente

compressore per pneumatici


Dotato di doppi motori in metallo pieno per fornire un super potenza, gonfia gli pneumatici dell’auto in circa 3-4 minuti per. Il display digitale LCD con conversione di unità (psi, bar, kpa, kg/cm²) rende il funzionamento di questo compressore estremamente semplice e sicuro.

La confezione include 4 adattatori per ugelli. Il tubo dell’aria intrecciato, resistente al calore, è dotato di valvole per pneumatici sui connettori rapidi. Utilizza un chip di controllo principale ad alta precisione, distribuzione intelligente AC / DC dell’alimentazione, non influisce sul normale utilizzo del prodotto, migliorando così l’affidabilità e riducendo peso e dimensioni.

7. Compressore d’aria auto Einhell CC-AC 35/10 12 V

scelto perché è molto versatile

compressore per pneumatici


Potente e maneggevole, è appositamente progettato per l’impiego mobile e flessibile. In rapporto alle proprie dimensioni, dispone di una capacità di flusso elevata che raggiunge i 35 litri al minuto.

Grazie al collegamento a 12 volt con la presa dell’accendisigari e al cavo di adduzione da 2.8 m, si possono realizzare rapidamente svariate operazioni che richiedono l’utilizzo di aria compressa, come per esempio il gonfiaggio di pneumatici di auto, motociclette e biciclette o di palloni, gommoni e materassini da spiaggia.

Il manometro integrato consente di leggere la pressione dell’aria attuale da 0 a un massimo di 10 bar. Il condotto flessibile dell’aria è dotato di un attacco per valvola Schrader e i 4 adattatori supplementari in dotazione consentono un uso versatile del dispositivo.

Come scegliere i migliori compressori d’aria portatili

Se hai già dato un’occhiata ai compressori d’aria portatili disponibili nella vendita online e ti stai chiedendo quale sia il migliore, continua a leggere qui.

Alimentazione

Generalmente, i compressori d’aria portatili sono alimentati da elettricità o benzina. Ecco in che cosa si caratterizzano.

Compressori d’aria elettrici

Funzionano con la tensione domestica standard o a 12 V della macchina e richiedono il collegamento a una presa di corrente. Non emettono fumo e sono considerati la scelta migliore per le applicazioni hobbistiche.

Un compressore di questo tipo non deve essere collegato a un generatore, altrimenti il motore si danneggia.

Compressori alimentati a gas

Hanno una notevole potenza e sono generalmente utilizzati in ambito professionale. Emettono fumi, scarichi e possono essere utilizzati solo in ambienti ben ventilati o all’aperto.

Pressione massima

Si dovrebbe controllare il limite massimo di pressione dell’aria di qualsiasi compressore prima di gonfiare le gomme auto. In generale, la pressione dell’aria viene misurata in termini di libbre per pollice quadrato (PSI). I compressori con un PSI elevato non solo avranno motori potenti ma necessitano anche di serbatoi d’aria resistenti.

Ad esempio, gli pneumatici per auto possono richiedere 30-35 PSI, la maggior parte degli strumenti ad aria compressa richiede 90-100 PSI mentre per compiti pesanti sono necessari 200 PSI o più.

Il compressore d’aria portatile è dotato di 50-230 PSI, mentre un buon compromesso è di 150 PSI, adatto a una vasta gamma di applicazioni.

Portata

La portata del compressore viene generalmente misurata in termini di litri al minuto (l/min) e questo ti consente di sapere quanta aria può fornire il compressore per alimentare i tuoi strumenti/pneumatici.

Ciclo di lavoro

Il ciclo di lavoro indica quanto tempo il dispositivo può funzionare prima che debba fare una pausa per potersi raffreddare. Questo dato viene misurato in percentuale e si riferisce alla quantità di tempo durante l’intero ciclo, compreso il tempo di corsa e di riposo.

I modelli ad alte prestazioni hanno generalmente una funzione di protezione termica che disattiva in modo automatico l’unità quando viene raggiunta una certa temperatura.

Potenza del motore

È la potenza nominale del motore a gas o elettrico di qualsiasi compressore e viene misurata in HP. Per i modelli alimentati a gas, l’HP è dato in termini di HP in esecuzione e HP di picco. I motori da 0,5 HP sono utilizzati per compressori d’aria di tipo consumer, mentre 2 HP forniscono al motore energia sufficiente per gonfiare la maggior parte degli accessori, anche di grandi dimensioni.

Lunghezza del cavo

Quando si collega il compressore d’aria portatile alla presa di alimentazione da 12 Volt del veicolo, è importante poter arrivare agevolmente a tutti gli pneumatici del veicolo. Quindi, dovrebbe avere un cavo di alimentazione lungo per rendere semplice l’operazine di gonfiaggio.

Alcuni compressori d’aria portatili sono dotati di un cavo di alimentazione lungo 3 metri mentre altri ce l’hanno anche di 4.,5 metri. È sempre meglio optare per un cavo lungo in quanto è utilizzabile anche con veicoli di grandi dimensioni.

Peso

Anche se non è un fattore decisivo, il peso del dispositivo ti può aiutare a prendere la decisione giusta. I grandi compressori con un grande serbatoio possono arrivare a pesare 40 kg. Anche se sono dotati di più funzioni, rendono difficile spostare il compressore da uno pneumatico all’altro.

Le piccole unità domestiche pesano circa 10 kg, il che le rende facili da spostare. Inoltre, i modelli più piccoli possono essere posizionati nel bagagliaio dell’auto per essere sempre pronti all’uso, anche durante i viaggi.

Perché la pressione degli pneumatici è importante?

Avere pneumatici correttamente gonfiati non solo rende la guida più sicura, ma può avere un impatto sul tuo portafoglio. I pneumatici sgonfi hanno un effetto negativo sia sul risparmio di carburante che sull’usura, con un potenziale costo di centinaia di euro.

Anche se la tua auto è dotata di un sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS), non devi aspettare che la spia si accenda per veroificare se è tutto ok. Questo perché la maggior parte dei TPMS ti avvisa solo quando la pressione è del 25% inferiore alla raccomandazione del produttore e, a quel punto, stai già sacrificando il tuo risparmio di carburante.

Non è necessario che tu abbia una foratura o una perdita perché il tuo pneumatico perda pressione. Si stima che per ogni 3 PSI al di sotto della raccomandazione, il veicolo utilizzi l’1% in più di carburante e aumenti il 10% di usura degli pneumatici.

Questo non significa che puoi semplicemente fare un gonfiaggio extra delle gomme per non preoccupartene più: le gomme troppo gonfie rendono la guida meno stabile e sono più facilmente danneggiate dalle buche poiché sono più rigide.

Dovrai prendere l’abitudine di controllare regolarmente la pressione degli pneumatici una volta al mese circa, per assicurarti che siano il più vicino possibile alle specifiche. Ciò garantirà che i tuoi pneumatici durino il più a lungo possibile mantenendo i valori stimati di risparmio di carburante.

Come si fa a conoscere il PSI consigliato per le gomme?

Quasi tutti i veicoli hanno un adesivo situato sullo stipite della portiera lato guida con la pressione degli pneumatici consigliata. È importante prestare molta attenzione ai valori elencati sull’adesivo, poiché alcuni veicoli hanno pressioni consigliate diverse per i pneumatici anteriori e i pneumatici posteriori.

Se non riesci a individuare l’adesivo all’interno dello stipite della portiera lato guida, consulta il manuale dell’auto perché sicuramente riporta anche i valori di pressione degli pneumatici consigliati.

Come controllare correttamente la pressione degli pneumatici

Innanzitutto, ti consigliamo di procurarti un manometro digitale per misurare la pressione degli pneumatici. Anche se i manometri standard per pneumatici sono più economici e fanno il lavoro, un manometro digitale è più preciso e più facile da usare.

Per controllare la pressione, procedi così.

  • Trova la pressione degli pneumatici consigliata nello stipite della portiera lato guida o nel manuale, assicurandoti di annotare se i pneumatici anteriori e posteriori hanno valori diversi.
  • Devi controllare la pressione degli pneumatici quando sono freddi o quando non hai guidato per almeno 30 minuti. Le gomme si surriscaldano mentre guidi e la pressione aumenta, dandoti una lettura imprecisa. Le pressioni degli pneumatici consigliate elencate sull’adesivo sullo stipite della porta o nel manuale fanno riferimento agli pneumatici freddi.
  • Rimuovi i cappucci delle valvole dalle gomme e mettili in tasca o in un posto sicuro, dove li puoi trovare facilmente.
  • Premi il manometro sullo stelo della valvola e vedrai comparire il dato rilevato. Se stai usando un misuratore standard, si consiglia di fare il controllo due o anche tre volte per assicurarti di avere una lettura accurata.
  • Se uno dei tuoi pneumatici ha una pressione inferiore ai valori consigliati, è meglio gonfiarli per assicurarti di ottenere il miglior risparmio di carburante possibile. Inoltre, i tuoi pneumatici non si usureranno prima del tempo.
  • Rimetti i cappucci sulle gomme, prima di dimenticartene!