I 7 migliori caschi bici 2022

La funzione principale del migliore casco bici è sicuramente evidente: è quella di proteggere dagli infortuni alla testa, che possono portare anche a gravi conseguenze. Tuttavia, con l’evoluzione delle tecniche costruttive entrano in gioco anche altri fattori: comfort, aerodinamica e traspirazione.

Un piccolo suggerimento

La maggior parte dei caschi sono realizzati in polistirolo espanso, rivestito da un guscio esterno in polimero. In caso di grande impatto, il polistirolo è progettato per assorbire energia e comprimersi.

Dopo un incidente, l’involucro esterno può apparire integro, nascondendo la parte sottostante in polistirolo danneggiata.

Sostituisci sempre il casco dopo un incidente o impatto e controlla regolarmente l’usura.

Il tuo budget

Un buon casco protettivo, con robusta struttura e realizzato nel rispetto della normativa, ha un costo di circa 25 euro. Tuttavia, se scegli di spendere di più puoi acquistare un modello altamente protettivo e nello stesso tempo più leggero e più traspirante. L’investimento richiesto è di circa 40 euro. Tieni sempre presente che nella vendita online puoi approfittare di tante offerte interessanti.

1. Shinmax Casco Bici

scelto perché è completo di luce led

casco bici


Realizzato in PVC e PC ad alta densità e resistente, con schiuma EPS, questo casco assorbe l’impatto e riduce efficacemente la pressione di shock per proteggere la testa in caso di impatto. Ha una visiera protettiva montata magneticamente che protegge gli occhi dal vento e dal sole ed è facile da sollevare o rimuovere con una mano quando non serve.

È dotato di luci posteriori a led per farsi vedere chiaramente dai veicoli che sopraggiungono, con diverse modalità (lampeggiante costante e lento, lampeggio veloce). La cintura di regolazione può essere impostata con facilità tra 54 e 62 centimetri.

2. Casco ciclismo Fisher Urban

scelto perché è molto traspirante

casco ciclismo

Sono presenti 20 grandi prese d’aria per favore una traspirazione ottimale anche nelle giornate più calde. È anche dotato di un’apposita griglia per evitare l’ingresso degli insetti.

Offre una: vestibilità ottimale, grazie al sistema di anelli interni regolabili di taglia S/M (misura della testa: da 55 a 59 cm). In più è fornito di sistema ad anello interno illuminato e visiera rimovibile.

3. Casco da ciclismo Meteor

scelto perché ha un interno antibatterico

casco ciclismo

Il casco è progettato con il sistema di ventilazione Air Flow, che guida il flusso d’aria attraverso i fori nella calotta senza compromettere la sua stabilità. La rete posizionata nei fori di ventilazione anteriori protegge la testa dalle punture di insetti mentre si guida in condizioni di caldo e umidità.

Una fodera morbida e delicata al tatto impedisce la crescita dei batteri e riduce l’odore sgradevole causato dal sudore. Non si impiglia nei capelli e può essere rimossa per la pulizia.

4. Zeroall Casco Bici Adulti

scelto perché è particolarmente indicato per il ciclismo su strada

casco bici

Si tratta di un casco dal design compatto e aerodinamico, molto leggero e performante, particolarmente adatto per il ciclismo su strada. Lo speciale design aerodinamico del casco da bici e 14 grandi prese d’aria traspiranti, riducono efficacemente la resistenza dell’aria e contrastano la sudorazione. Questo ti garantisce di beneficiare di una ventilazione ottimale e allo stesso tempo di risparmiare forza fisica.

C’è una manopola di regolazione sul retro del casco della bici, che aiuta a regolare la circonferenza della testa. È possibile regolare liberamente le dimensioni del casco per adattarsi alle diverse circonferenze della testa (da 56 a 62 cm).

5. Lixada Casco da bicicletta

scelto perché ha un’elevata tenuta sulla testa

casco bicicletta

È un casco bici leggero in EPS, modellato integralmente. Ha una comoda visiera staccabile che protegge gli occhi durante le giornate di sole. L’interno è realizzato con morbidi cuscinetti removibili, lavabili e antibatterici per il massimo comfort.

Le 25 prese d’aria favoriscono la corretta aerazione della testa. Adatto per una circonferenza della testa compresa tra 56 e 62 cm, ha una rotella posteriore regolabile con una sola man consente di adattare perfettamente il casco, favorendo la massima tenuta.

6. Kinglead Casco mtb 

scelto perché è completo di visiera

Ha una visiera ergonomica che protegge il viso da vento, sabbia e blocca la luce ultravioletta (ha una protezione UV400). Sono presenti tre potenti magneti che consentono di mantenerla alzata o abbassata. È possibile indossare anche gli occhiali, senza impedimento.

Leggero e ben ventilato, è adatto a una circonferenza della testa da 57 a 62 cm. La fibbia a sgancio rapido rende più facile indossare o togliere casco.

casco bicicletta

Questo versatile modello è progettato con occhiali multifunzionali: oltre a utilizzarli sul casco, si possono togliere per indossarli come occhiali da sole. In questo modo non solo si bloccano i raggi ultravioletti, ma si proteggere il viso dal vento e dalla sabbia.

Lo speciale design aerodinamico assicura che la circolazione dell’aria rimanga piacevolmente fresca durante la guida

7. Casco da ciclismo Alpina Mythos 3.0 

scelto perché ha un’efficiente aerodinamica

casco ciclismo

Il peso ridotto del casco è dato dalla struttura in-mold, in cui il frontalino viene collegato termicamente all’hi-eps. Ciò comporta la presenza di un giunto ben saldo, che rende la struttura molto stabile. La parte posteriore e quella che poggia sulle tempie sono più abbassate per una protezione ottimale sui terreni accidentati.

Con il run system ergo plus, abbinato al custom fit regolabile in altezza, è possibile adattare il casco in maniera ottimale alla forma della testa. Un ulteriore vantaggio per il comfort: l’imbottitura rimovibile antibatterica.

sapere se un casco bici è sicuro?

Al momento dell’acquisto, guarda sempre se sul casco è presente un’etichetta con la dicitura CE EN 1078. Un casco certificato CE secondo lo standard europeo EN 1078 ti garantisce che il casco ha superato una serie di test per verificare le sue effettive caratteristiche in fatto di sicurezza.

Questi test prendono in esame molteplici aspetti, fra cui la costruzione del casco, il campo visivo, la proprietà di assorbimento degli urti, l’efficacia del sistema di aggancio e dei dispositivi di fissaggio. Per poter prendere parte a determinati eventi come le competizioni sportive, è spesso richiesto di indossare un casco che rispetti questo standard o un equivalente internazionale.

Ci sono anche alcuni dispositivi che incrementano il fattore della sicurezza, come ad esempio la presenza di una luce led integrata che aumenta la visibilità, in particolare nelle ore serali.

Che cos’è l’MIPS?

Da qualche anno a questa parte, sul mercato si sente spesso parlare di MIPS e sono sempre più numerosi i produttori che scelgono di equipaggiare i propri caschi di fascia anni con questo sistema. Iniziamo con il dire che MIPS è l’acronimo di Multi-directional Impact Protection System.

Si tratta di un particolare rivestimento progettato per ridurre le forze rotazionali sul cervello che possono verificarsi in caso di incidente, aggiungendo un ulteriore strato di attrito e quindi diffondendo l’impatto.

I caschi da ciclismo con strati MIPS spesso costano un po’ di più, ma ci sono test che provano la loro efficacia nel ridurre gli infortuni in alcuni tipi di incidenti. Anche alcuni caschi bici bambini sono progettati in questo modo.

Come sapere se il casco è adatto a me?

Se un casco non si adatta correttamente, non farà il lavoro per il quale è stato progettato. I caschi sono spesso disponibili in diverse taglie relative alla circonferenza della testa. Anche se si può misurare la testa con un metro e acquistare nella vendita online, si consiglia vivamente di andare in un negozio di biciclette e provare un casco prima di comprarlo.

Dal momento che indosserai il casco per un tempo prolungato, è fondamentale che sia comodo. La cosa migliore è provare una varietà di marche e modelli per vedere quale è il più confortevole in base alla conformazione della tua testa, poiché spesso i caschi hanno diverse forme internamente.

In vendita puoi trovare numerosi modelli di casco bici da donna, alcuni presentano persino uno spazio speciale per consentire una coda di cavallo. Tuttavia, la maggior parte dei caschi è unisex ed è quindi sia per uomo che per donna.

Sistema di regolazione

Consente di adattare il casco alle dimensioni della testa specifica. La regolazione viene in genere effettuata attraverso una manopola a ghiera o una sorta di sistema a cricchetto. I dispositivi più comodi possono essere azionati con una sola mano, il che è utile per effettuare piccole regolazioni mentre si è in movimento.

Comfort e imbottitura del casco per bici

Oltre a rendere il casco più confortevole, l’imbottitura aiuta anche ad assorbire il sudore dalla testa. I caschi di una cera qualità sono dotati di imbottiture che possono essere rimosse per consentire il lavaggio e l’eventuale sostituzione.

Ventilazione casco bici

Si tratta di vere e proprie aperture nel guscio del casco. Hanno due funzioni: ridurre il peso complessivo della struttura e favorire una ventilazione ottimale. I caschi che hanno poche aperture o non ne hanno affatto sono considerevolmente più caldi.

Questo aspetto potrebbe non essere così evidente quando provi il casco uno in un negozio, ma una volta che inizi a pedale su per una collina ripida in piena estate, allora diventa un fattore di primaria importanza.

Peso del casco da bici

Come spesso accade nel caso dell’equipaggiamento sportivo, più il peso diminuisce, più il prezzo tende ad aumentare. I caschi più leggeri per adulto sono più comodi perché non mettono a dura prova il collo, anche se il vantaggio principale di un casco più leggero è quello di aumentare il rapporto peso / potenza.

Per la maggior parte degli appassionati che vanno in bici nel tempo libero, 50 grammi in più potrebbero non fare molta differenza. Ma per un professionista questo fattore diventa particolarmente rilevante.

Quali tipi di caschi bici ci sono in commercio?

I caschi, come abbiamo visto, non sono tutti uguali. Meglio quindi cercare il modello più adatto a te in base al tipo di utilizzo che ne intendi fare.

Casco da bicicletta per il tempo libero

Utilizzati anche per il pendolarismo, sono ideali per coloro che vanno in bicicletta per passione e che non sono hanno la minima intenzione di spendere un sacco di soldi per acquistare un casco super leggero. Tendono ad essere altrettanto confortevoli in termini di imbottiture come caschi da corsa più costosi, ma con un peso leggermente superiore.

Casco da bici da strada performante

Questi caschi sono tra i più leggeri disponibili sul mercato. Sono spesso indossati dai professionisti durante le gare e in particolare sui terreni di montagna, a causa del peso ridotto e dell’abbondanza di ventilazione. Le prese d’aria del casco possono essere utili per riporre gli occhiali, quando non vengono indossati.

Casco per bici da cronometro

I caschi Time trial (TT) sono progettati per essere indossati durante le prove a tempo. Sono anche un’opzione apprezzata dai triatleti e dagli atleti su pista. Questi modelli presentano spesso forme allungate o a goccia per massimizzare l’aerodinamica e ridurre la resistenza.

Lo sfiato è minimo, in quanto le prese d’aria creano resistenza. Sono spesso dotati di una visiera di tipo magnetico che può essere staccata.

Casco per bici aerodinamico

È una delle più recenti conquiste tecnologiche in fatto di caschi per bici, che si sta sempre più diffondendo in questi ultimi anni. Un casco da strada aerodinamico è un incrocio tra un casco da strada tradizionale e un casco TT.

È progettato per essere più aerodinamico rispetto a un casco standard, ma spesso si cerca di ridurre la resistenza introducendo meno prese d’aria, il che li rende leggermente più pesanti e caldi. Questo compromesso è spesso il favorito dai velocisti.