Migliori bici pieghevoli 2022 – Le Magnifiche 7

La migliore bici pieghevole ha fatto molta strada negli ultimi vent’anni. Si è passati dai primi modelli, pesanti e difficili da guidare, alle attuali versioni, che non hanno nulla da invidiare alle loro cugine di tipo standard.

bici-pieghevole-sul-mercatoTuttavia, non sono tutte uguali. Alcune si piegano in pochi secondi mentre altre possono richiedere un po’ più di malizia, alcune entrano comodamente in una valigia mentre altre sono un po’ più ingombranti.

In un primo tempo si può rimanere perplessi per via del prezzo, che è generalmente più elevato rispetto a quanto si è soliti pagare per una bici di tipo tradizionale.

Eppure i vantaggi che si possono ottenere da un modello pieghevole sono così numerosi che alla fine ci si deve ricredere. Pensa solo a questo: nessuno può rubarti una bici che porti in ufficio con te!

Un piccolo suggerimento

Se sei un pendolare per motivi di lavoro o di studio, una bici pieghevole è quello che fa per te: è comoda, pratica, a prova di ladro e, a conti fatti, ti possono far risparmiare molti soldi.

Senza contare che uno spostamento sulle due ruote è molto più salutare dell’auto.

bici pieghevole

Il tuo budget

Una buona bici pieghevole di tipo economico richiede un investimento di circa 130 euro.

Se ne vuoi una  leggera, robusta e di qualità elevata devi mettere .a budget intorno ai 200 euro 250 euro.

La nostra scelta

1. Bicicletta pieghevole Discovery 2722

scelta perché è comoda e pratica
bici pieghevole

Bicicletta con telaio in acciaio pieghevole, anche i pedali si piegano per ridurre gli ingombri:
Ruote da 20″. Luci anteriori e posteriori a batteria (incluse).

Monta un cambio Shimano TY21, con comandi Shimano Revoshift 6 velocità. I freni sono di tipo V-brake. Dispone di pratico portapacchi e parafanghi e pesa 18,2 kg.

2. Bicicletta da città pieghevole B4C

scelta perché ha un design esclusivo

Si tratta di un modello compatto che si trasporta facilmente sui mezzi pubblii e in auto. Ha un design elegante. e sportivo al tempo stesso. Il telaio in acciaio fornisce il giusto mix di robustezza e leggerezza.

È dotata di un cambio 6 velocità Shimano Revoshift che consente il cambio direttamente sulla manopola senza togliere le mani dal manubrio.

3. Bicicletta pieghevole FabricBike

scelta perché è adatta al pendolarismo urbano
bici pieghevole

Bicicletta leggera e pieghevole in alluminio, adatta al pendolarismo urbano.
Pratica e agevole da guidare con i suoi cerchi da 20″ che consentono una accelerazione veloce, anche se ha corona fissa a singola velocità. I freni in lega Promax consentono una frenata progressiva e sicura.

Si ripiega facilmente fino a una dimensione portatile (25.4 x 76.2 x 55.9 cm). Il sellino. il manubrio e l’attacco del manubrio sono regolabili per adattarsi a  persona di corporatura e pesi diversi. Limite peso consigliabile: 95 kg.

4. Bici pieghevole bambina Caixia

scelta perché si carica in macchina e si pedala al parco

bici pieghevole bambinaSi piega in poche mosse ed entra facilmente nel bagagliaio. Le robuste ruote gonfiabili assorbono efficacemente gli urti , favorendo gli spostamenti anche su terreni irregolari.

Il sellino e il manubrio sono regolabili in altezza. Molto pratico il cestino fornito in dotazione per riporre tutto l’occorrente per divertirsi all’aperto.

5. Bicicletta pieghevole Moma Bikes First Class 

scelta perché in pochi attimi può essere ripiegata e stivata in auto

bici pieghevole

Si tratta di una classica bici pieghevole leggera, realizzata con un telaio molto resistente in alluminio. Adatta per adulti e ragazzi, si piega in pochi istanti e può essere messa  nel porta bagagli dell’auto.

Le dimensioni quando è piegata sono di 85 x 70 x 35 cm. È equipaggiata con cambio 6 velocità Shimano. Lo scavalco basso del telaio consente una facile salita e discesa.

6. Bicicletta pieghevole XQIDA durable

scelta perché è molto  accessoriata

Bici pieghevole

Bicicletta per adulti pieghevole con telaio in acciaio ad alto tenore di carbonio, resistente e leggero. Arriva montata per il 95% dell’assemblaggio, occorre solo regolare manubrio e sellino.
Particolari le ruote, con forcella anteriore ammortizzata e sospensione posteriore sul telaio. Monta un cambio a 6 velocità. Freni a disco anteriori e posteriori. Peso bicicletta 20 kg.

Accessoriata con borraccia, portapacchi, cestino, pedali antiscivolo, luce, lucchetto e pompa, 
Peso massimo del carico sostenibile circa 130 kg.

7. Nilox Bici pieghevole

scelta perché ha una sella ergonomica e comoda

bicicletta pieghevole

Questa bici pieghevole piccola e compatta è ideale per essere caricata sui mezzi o in macchina. Ha un solido telaio in acciaio di colore nero opaco, il mix perfetto per una bici robusta e con un design sportivo.

È dotata di freni a pattino e di ruote da 20” in alluminio. La massima comodità e praticità è garantita dalla sella ergonomica e dai pedali richiudibili. Pesa soli 12 kg e le sue dimensioni da chiusa sono pari a 80 x 65 x 30 cm.

Portala sempre con te

Le bici pieghevoli più compatte sono abbastanza piccole da poter essere posizionata sotto la scrivania dell’ufficio: i tuoi colleghi non si accorgeranno neanche che è lì.

È una bella sensazione non dover continuamente guardare dalla finestra solo per controllare se la tua bici sia ancora dove l’hai lasciata: tutto quello che devi fare è guardare accanto a te. Troverai sicuramente bello anche non doversi portare dietro una catena da 10 chili mentre pedali.

Non interessa ai ladri

Anche se la devi lasciare da qualche parte, puoi stare tranquillo: le biciclette pieghevoli sono ancora un prodotto di nicchia, di scarso interesse per la maggior parte dei ladri.

Fa tendenza

La gamma di biciclette pieghevoli disponibili sul mercato è in continua evoluzione: troverai sicuramente con facilità il tipo adatto al tuo stile.

Puoi salire sulla metropolitana se all’improvviso inizia a piovere o se stai andando a un incontro importante e non vuoi presentarti sudato e con i vestiti al vento. Alla fine della giornata potrai sempre tornare a casa in bici.

È decisamente pratica

Una volta che sai come piegare la tua bici, finirai anche per farlo a occhi chiusi. Sembrerai un manager anche quando la compatti in meno di 20 secondi, la sollevi ed entri in ufficio. Guarderai con compiacimento tutti gli altri ciclisti che lottano con le loro catene e lucchetti e sono impegnati a togliere la sella e le ruote per assicurarsi che nessuno le possa rubare.

Ti fa risparmiare un sacco di soldi

Se da una parte possono essere un po’ più costose dei modelli standard, le bici pieghevoli ti consentono di risparmiare molti soldi nel corso del tempo.

Arrivi sempre puntuale

Puoi utilizzarla per arrivare fino alla fermata del tram, ripiegarla e salire sul mezzo pubblico. E una volta che scendi alla tua fermata, arrivi a destinazione in perfetto orario sulle due ruote.

Salire e scendere con disinvoltura dai mezzi di trasporto pubblici ti dà la massima libertà e indipendenza, facendoti muovere per la città più velocemente di quanto generalmente sia possibile.

Bicicletta pieghevole nel bagagliaio

Le bici pieghevoli ti consentono di risparmiare spazio, sulla metropolitana e in casa
Sia che tu viva a Milano, Roma, Torino, Londra, a New York o Tokyo, le biciclette pieghevoli sono proprio il massimo della comodità.

La maggior parte dei modelli si possono compattare in modo sorprendete e diventano così piccoli da poter essere inseriti nel bagagliaio di un’auto per portarli sempre con sé.

È sempre pulita

Le migliori bici pieghevoli sono quindi la soluzione ideale per chi vive in condomini dove lo spazio è prezioso. Tuttavia, anche se hai spazi a sufficienza, il fatto di poter portare la tua due ruote a casa per riporla nel sottoscala o in un armadio ha indubbi vantaggi.

Una bici custodita in un ambiente chiuso non deve affrontare le avversità atmosferiche che possono mettere a dura prova il suo stato. E ciò significa non doverla pulire continuamente ed evitare di controllare sempre in che stato si trova, prima di presentarsi in ufficio.

Ha bassi costi di manutenzione

La bici pieghevole più richiesta ha bisogno di poche attenzioni. Devi solo controllare che le gomme sia gonfie, le luci Led siano cariche e che la catena scorra fluidamente. Prendersi cura della tua due ruote non significa altro.

E se un giorno avrai bisogno di effettuare qualche intervento meccanico, sappi che non dovrai spendere un capitale. Con un’auto invece, se qualcosa non va è sicuramente qualcosa di molto molto costoso…

Goditi un po’ di aria fresca

Andare al lavoro su una bici pieghevole è indubbiamente molto più salutare che non stare seduti in macchina per ore e ore. L’aria fresca fa bene. Questo è un fatto scientifico e di buon senso. Si rischia di inalare più gas di scarico stando in macchia di quanto non lo farai su una bici, anche nelle ore di punta. Le auto e gli autobus non sono le bolle ermetiche a chiusura ermetica auto-sigillate, specialmente in mezzo al traffico.

Alcuni studi hanno dimostrato che i conducenti e i passeggeri sono soggetti a un maggiore inquinamento atmosferico rispetto a ciclisti e pedoni. I gas di scarico del veicolo che ci sta davanti vengono aspirati dalla nostra vettura, soprattutto quando si è in coda.

Relazioni sociali

Sembra strano, ma in sella della due ruote pieghevole, si viene spesso avvolti da un’ondata di ottimismo. Si è più sorridenti.

La gente intorno a te penserà che tu hai cambiato stile di vita e hai trovato un nuovo, fantastico equilibri con il tuo lavoro. E se ti concedi una pausa pranzo al parco, saranno in moti ad avvicinarsi chiedendoti informazioni sulla tua bici: è facile da guidare? è pratica? alla sera la porti in casa? ci sta sotto la scrivania? quanto costa? Inutile dirlo: non ti annoi mai!

Addio alla palestra

Non hai mai tempo per un po’ di attività fisica durante la settimana? Sei attento al budget e ritieni che la palestra sia un piccolo lusso che preferisci non concederti? Nessun problema.

Se pedali avanti e indietro dall’ufficio tutti i giorni con regolarità, ti manterrai in perfetta forma senza dover spendere un centesimo e senza pensieri.

È davvero facile da piegare?

Abbiamo più volte evidenziato, in questo articolo, l’aspetto della praticità, Una bici di questo tipo non ha particolari esigenze ed è sempre al tuo fianco. Non pochi ciclisti, però, al momento dell’acquista si rivelano un po’ dubbiosi: e se nel momento in cui devo piegarla per salire sull’autobus ci impiego troppo tempo? E se qualcosa va storto e rimango a piedi?

Non devi preoccuparti di nulla, è solo questione di prenderci la mano. Non c’è niente di speciale nel ripiegare le bici che non si imparare in una mezz’ora. L’unica cosa da imparare con cura è come si piega e come si apre. Ma ti accorgerai, dopo aver ripetuto la sequenza delle mosse, che è tutto veramente molto semplice.

L’unica accortezza, è quella di arrivare preparati. Non cercare di imparare come farlo all’ingresso della metropolitana, o mentre l’autobus ti sta aspettando! Arriva preparato.

Meglio standard o pieghevole?

Molte persone hanno qualche pregiudizio nei confronti di questo tipo di bicicletta perché pensano che sia più costoso, più ingombrante e non possa competere con le normali biciclette full-size. Se questo poteva essere vero fino a una decina di anni fa, oggi non è più così.

Ci sono stati molti miglioramenti nel design e nei materiali utilizzati per la costruzione delle biciclette pieghevoli nell’ultimo decennio. Pensa solo all’introduzione dell’alluminio, così leggero e così versatile. Se sei appassionato dei weekend all’aria aperta, sappi che nel bagagliaio dell’auto ci stanno anche due bici pieghevoli. Inoltre, sono così leggere che le puoi sollevare senza alcuno sforzo.