Le 7 Migliori Bambole Interattive

L’affascinante storia del giocattolo va di pari passo con l’evoluzione della nostra civiltà e anche il progresso scientifico e tecnologico sembra seguire lo stesso principio.

Non ci può stupire allora che al giorno d’oggi l’interattività entra a far parte del gioco, anche di quelli più semplici, classici e universali. Le migliori bambole interattive parlano, si muovono, piangono, camminano

Attraverso il giocattolo, i piccoli sono chiamati a esprimere e a gestire gli stimoli del suo ambiente e attraverso il giocattolo trasforma il suo mondo. Un gioco interattivo diventa uno strumento di crescita oltre che occasione di divertimento, aiuta a sviluppare la fantasia e le facoltà intellettive spingendolo alla scoperta del mondo.

Un piccolo suggerimento

Le bambole non sono un giocattolo solo per le bambine, anche i maschietti ne traggono beneficio. Possono imparare a come essere educati e premurosi. Sul mercato puoi trovare molti bambolotti di genere maschile: c’è solo l’imbarazzo della scelta.

E anche se gli impegni quotidiani sono tanti, è importante trovare sempre il giusto spazio per giocare con i nostri bambini. Sono occasioni di divertimento, apprendimento, dialogo, conoscenza reciproca, relazione affettiva… tutti aspetti che creeranno complicità tra voi e loro, confidenza e comunicazione.

Il tuo budget

Il prezzo delle bambole interattive varia di molto in funzione del grado di interattività che hanno. Anche all’interno di una stessa categoria di prodotti come ad esempio il Cicciobello, si trovano prezzi diversificati in funzione di quello che sono in grado di fare e degli accessori di cui sono corredati.

I prezzi di questo tipo di prodotto possono variare così all’incirca dai 30 euro a poco meno di 100 euro.

La nostra scelta

1. Bambola Interattiva Kookamunga

scelta perché emette suoni realistici

bambola che parla

Questa baby bambola è qualcosa di davvero molto speciale: emette i suoni realistici tipici dei bebè. Piange quando viene messa sulla schiena e si calma quando succhia il ciuccio o beve dal biberon.

E mentre mangia,, gli occhi e la bocca si aprono e si chiudono mentre succhia il ciuccio o beve dal biberon. Nel momento in cui si addormenta il pancino si alza e si abbassa con il respiro.

2. Giochi Preziosi Cicciobello Bua

scelta perché insegna a prendersi cura di un bebè

bambola interattivaCicciobello ha la bua ed è pronto per essere curato. La bambola, interattiva, presenta cicli di gioco sempre nuovi che sono attivabili attraverso gli accessori interattivi. Utilizza i diversi oggetti per la cura per far guarire Cicciobello: la combinazione di guarigione sarà ogni volta diversa!

La confezione include: un termometro, tre biberon, una siringa, un ciuccio e uno stetoscopio. Il concetto di gioco si basa essenzialmente sul prendersi cura del proprio bebè come una vera mamma. E proprio come una mamma vera, la bambina impara ad essere più responsabile, altruista e paziente nei confronti di Cicciobello che guarisce grazie alle sue cure amorevoli.

3. Cry Babies Tutti Frutti Elia 

scelta perché piange davvero

bambola interattiva

Se le togli il ciuccio, questa bambola piange con lacrime vere, con suoni che aumentano dal piagnucolio al pianto. E si può tenere in braccio, per farla smettere di piangere.

Viene fornita completa di succhiotto e di un tenero pigiama ispirato alle fragole; La bambola profuma di vera frutta

4. Llorens Aitana Bambola Interattiva

scelta perché è molto realistica

bambola che cammina

Questa bambola sembra un vero bebè. Ha capelli biondi, occhi blu e sorride. Ama il ciuccio e se glielo togli, piange. L’addome è dotato di un mondo di sensazioni.

5. Simba Benny Bonnie Bambola parlante

scelta perché sa gattonare

bambola interattivaNon appena sente un suono che lo attira, si avvicina gattonando in avanti, a destra e a sinistra. Ma se il rumore lo spaventa si allontana gattonando all’indietro.

Può anche stare seduto. Include la melodia Bouncin Babies.

6. Grandi Giochi Amore Mio Valentina Canta

scelta perché cammina se batti le mani

bambola che camminaValentina non solo parla, ma sa anche cantare molto bene: le bambine potranno esibirsi assieme a lei nelle loro canzoni preferite. E se lo spettacolo sarà un successo e riceverà un grande applauso, Valentina inizierà a camminare.

La bambola dice tante parole e sa pronunciare i primi numeri, aiutando così i piccoli a impararli. È alta 41 cm.

7. Bayer Design First Words Baby

scelta perché è curata anche nei più piccoli dettagli
Bambola interattiva
Questa dolce bambola interattiva misura circa 38 cm e riproduce 24 suoni tipici dei bebè. Se la premi sul pancino lancia gridolini, ride, piange e dice “mamma” e “papà”. Quando la metti a dormire, chiude gli occhi. Con il biberon e il ciuccio in dotazione puoi darle da mangiare o consolarla.

Questa bambola ha il corpo morbido e viene fornita in una bella scatola regalo. Le batterie sono incluse. È possibile rimuovere con facilità il modulo sonoro, per utilizzare la bambola anche senza funzione vocale.

Una bambola per sentirsi grandi

Tra le varie attività, giocare con le bambole è sicuramente il momento ludico per eccellenza che risale all’antichità: da sempre bambini e bambine sono stati incantati da questo semplice gioco, il quale ricorda loro le attenzioni e le mozioni che provano quando si relazionano con i grandi.

La bambola è infatti il giocattolo sul quale si concentra tutta l’attenzione del bambino: se ne vuole prendere cura, vuole darle da mangiare quando ha fame, consolarla quando piange, farla dormire quando ha sonno… L’immaginazione non ha limiti ma viene sempre ricondotta alle situazioni della vita reale dove è necessario prendersi cura di chi è più piccolo.

Un gioco sempre diverso

I benefici di questo gioco sono molti e tra essi c’è sicuramente la possibilità di estraniarsi dalla realtà che circonda i bambini: si tratta di un momento tutto loro dove quello che desiderano essere (la mamma, il papà, il dottore e così via) si concentra nella loro relazione con la bambola.

Le bambole e le casette per bambole non costituiscono un gioco ripetitivo proprio perché con loro si possono immaginare infinite situazioni, come se fosse la vita reale di un adulto con il suo bambino: in maniera del tutto naturale si imparano i ruoli degli adulti, le loro responsabilità senza però subirne le conseguenze. Le bambole interattive sono quelle che oltre ad essere fornite con accessori e vestiti personalizzati, possiedono anche una dote interattiva molto importante al fine didattico: sono in grado di parlare ed esprimersi.

Che cos’è una bambola interattiva?

La bambola interattiva più semplice è quella che cammina, parla e svolge le classiche azioni quotidiane dei bambini: richiede sempre un intervento attivo da parte del piccolo.

Può anche fare la pipì, mangiare, piangere o ammalarsi proprio come i nostri bebè. Il classico esempio di questa tipologia di bambolotti è il Cicciobello, una bambola che ha accompagnato la crescita di generazioni di bambini, arricchendosi con sempre nuove funzionalità.

Nel mondo virtuale

Accanto ai modelli più classici, negli ultimissimi anni sono state presentate sul mercato anche bambole e peluche interattivi che sono in grado di dialogare con il bambino partendo da schemi predefiniti e logici. In diversi casi sfruttano internet e il Wi-Fi per essere sempre connessi con un mondo virtuale.

Sono bambole che sembrano vere in tante loro funzioni e atteggiamenti che potenzialmente – a detta di alcuni genitori, che ne hanno paventato il pericolo – potrebbero condizionare i nostri figli ben al di là del gioco in sé, interferendo nella loro privacy. Di conseguenza, alcuni importanti marchi di produttori hanno scelto di ritirare queste bambole dal mercato.

Una bambola per crescere

In commercio puoi trovare bambole che, attraverso una funzione programmabile all’inizio del gioco, sviluppano una capacità di interazione con il bambino più pedagogica.

Sono giocattoli che grazie ad una tecnologia di progressive learning sono in grado di crescere come una bambina vera, se curata con attenzione, tempo e tenerezza.  Si tratta di bambole perfette anche per abituare i bambini all’arrivo di un fratellino o di una sorellina.

Guida alla scelta delle bambole interattive

Le bambole da sempre sono un gioco dell’infanzia che insegna ai bambini ad avare capacità critiche emotive e permettono loro di immaginarsi nel ruolo di un adulto che si prende cura di loro: una mamma, un papà, una maestra, un dottore e molte altre figure.

I modelli interattivi offrono a tuo figlio la possibilità di parlare, curare e ascoltare. Alcune bambole forniscono solo alcune funzioni essenziali per la cura come l’alimentazione, il fare le coccole per dormire o il cambio dei pannolini. Altri hanno una gamma completa di funzioni interattive come parlare, imparare e giocare.

Se vuoi acquistarne una ma non sai da dove iniziare, non preoccuparti, perché possiamo fare un pezzo di strada insieme. L’offerta in questo settore è grande e in continua crescita. Ecco alcune cose utili da valutare prima di acquistare una bambola interattiva.

Che età ha il tuo piccolo?

Come tutti i giocattoli, le bambole interattive hanno limiti adatti all’età. Devi considerare non solo i problemi di sicurezza ma anche la fase di sviluppo del tuo bambino.

Bambini piccoli. I bambini più piccoli che hanno un ridotto controllo motorio delle proprie azioni, hanno bisogno che gli accessori siano abbastanza grandi da poter essere manipolati senza venirne frustrati perché non si riesce ad attivarli. La cosa migliore è scegliere dei giocattoli semplici che hanno un numero ridotto di funzionalità interattive, nulla di troppo complicato.

Bambini in età prescolare. Man mano che passa il tempo, il bambino sviluppa la capacità di gestire alcune funzionalità interattive. Il piccolo osserva tutto ciò che fanno mamma e papà e istintivamente li imita. Per questo rimangono affascinati da bambole che offrono più interazione e permettono di pensare in modo critico, stimolando l’intelligenza emotiva. Se la bambola risponde al bambino, lui o lei può ottenere quell’esperienza educativa in modo più realistico.

Bambini della scuola primaria. A quest’età sono pronti per interagire con ancora più funzioni. Sono ideali le bambole con parti più piccole e funzionalità interattive multi-passo che includono l’apprendimento, il gioco e la risposta a ciò che dice e fa il bambino. Il bambino potrebbe essere pronto a spingersi oltre e accettare bamboline e bambole che si comportano più come un coetaneo.

Accessori

Alcune bambole vengono fornite con molti accessori per stimolare il bambino a immedesimarsi in situazioni sempre nuove. È importante controllare per assicurarsi che ogni pezzo in dotazione sia adatto al tuo bambino per quanto riguarda dimensioni, sicurezza e utilizzo.

A volte, questo genere di bambole dispone di app che accompagnano la bambola e sbloccano più funzioni di quelle che si trovano inizialmente sulla bambola stessa. Le app richiedono dispositivi intelligenti compatibili, quindi dovresti essere sicuro che tuo figlio abbia accesso e sappia interagire con loro.

I tipi più basilari di accessori includono oggetti per l’alimentazione e per la nanna, che il bambino conosce per via del suo vissuto quotidiano, a prescindere dall’età.

Altri tipi di accessori includono tutto ciò che può contribuire a “far star bene” il bambolotto, dai diversi tipi di cibo e abbigliamento agli accessori per avere un nuovo look e legati alla tecnologia. Questi sono i migliori per i bambini più grandi e possono offrire molte attività diverse per sviluppare il pensiero critico, la risoluzione dei problemi e l’intelligenza emotiva.

Quali pile per farle muovere

La maggior parte delle bambole interattive richiede un qualche tipo di energia per poter svolgere determinate funzioni. Molte funzionano con batterie di tipo AA, ma quelle che offrono un elevato livello di interazione utilizzano batterie tipo C o più grandi.

Un piccolo gruppo di bambole interattive funziona interamente con metodi meccanici. Non hanno bisogno di alcuna fonte di energia per operare. Non avranno caratteristiche realistiche della parlata come risate o chiacchiere, ma possono fare cose come versare lacrime o fare la popò nel vasino.

I giocattoli che necessitano di una fonte di alimentazione elettrica hanno più caratteristiche interattive e sono adatti per la risoluzione di problemi o per aiutare a sviluppare il pensiero critico. I prodotti che non hanno bisogno di alcuna alimentazione si rivelano i migliori per i giochi a tempo indeterminato. Permettono ai bambini di creare e giocare secondo la loro immaginazione invece di rispondere ai segnali che emette la bambola.

Entrambi i tipi di bambole sono buoni giocattoli, ma per ragioni diverse.

L’apprendimento interattivo

Le bambole interattive sono giocattoli eccellenti per lo sviluppo della mente. Aiutano il bambino a pensare in modo critico e danno la possibilità di praticare abilità intellettive. Le funzioni attive nelle bambole stimolano una parte essenziale dello sviluppo dei bambini, quella emotiva.

L’aiuta a crescere imparando a interagire nelle diverse situazioni mentre giocano a essere mamma e papà. Migliorano le capacità motorie mentre i piccoli vestono e svestono la loro bambola
Incoraggiano il gioco di ruolo.

Scegli solo materiali sicuri

Acquista solo bambole prodotte con materiali sicuri. Verifica se sono presenti marchi di qualità e se i prodotti sono stati testati e approvati per la sicurezza dei bambini di una specifica fascia di età.

Cerca anche produttori di bambole e giocattoli affidabili e che abbiano una buona fama tra i consumatori. Le recensioni nel web sono perfette per questo, dal momento che forniscono molte buone informazioni su come gli altri acquirenti hanno valutato una bambola.

Quali sono i limiti di bambole (e pupazzi) interattivi?

Le bambole che sono dotate di funzioni logiche e di interazione sono giocattoli talvolta molto complicati. Ecco perché sono molto sensibili e si rompono rapidamente se non si ha un minimo di attenzione.

I litigi tra fratelli o compagni di gioco si verificano ovunque e sono una parte normale della vita di tutti i giorni. Tuttavia, una bambola interattiva spesso non sopravvive a una lite.

Alcuni prodotti funzionali sono persino pericolosi perché il bambino potrebbe ingerire parti che si possono rimuovere con troppa facilità.